Cerca

Latiano, la nuova giunta (assessori e deleghe): subito il nodo lavori in via Roma

Latiano, la nuova giunta (assessori e deleghe): subito il nodo lavori in via Roma
LATIANO - Lavori di pavimentazione in via Roma. Non è escluso che già nella giornata di domani il neo sindaco Mino Maiorano (dopo la conferenza stampa nel corso della quale assegnerà le deleghe agli assessori della nuova giunta: Cosimo Albanese - vicesindaco, con delega ai Lavori Pubblici e Bilancio, Edilizia Scolastica e Tributi; Mauro Vitale: Attività produttive, Agricoltura, Polizia Municipale e Traffico; Michele Locorotondo: Politiche ambientali e Comunitarie, Verde  e Amministrazione digitale; Maria Concetta Milone: Servizi Sociali e Pubblica istruzione, Azienda Speciale; Paola Ingusci: Musei, Sport, Cultura, Spettacoli e Turismo. Il sindaco manterrà le deleghe: Contenzioso, Contratti e appalti, Urbanistica, Edilizia, Ecologia, Sicurezza Personale) possa intervenire in merito al quesito sollevato dalla Associazione culturale «L’Isola che non c’è», riguardante il «progetto dei lavori di rifacimento del manto stradale in via Roma, nel tratto adiacente i giardini pubblici - compreso tra Piazza Cosimo Rubino e via De Franco e tra via Francesco D’Ippolito».

Il presidente dell’associazione, Tiziano Fattizzo attraverso una nota chiede «di rivedere il progetto» e eventualmente «integrarlo con un intervento di carattere idraulico».

L’associazione in particolare propone «un aggiornamento al progetto originario in modo da prevedere dei canali di scolo ai lati della carreggiata al fine di convogliare le acque meteoriche direttamente nella fogna bianca ed evitare così gli allagamenti che in questi anni hanno causato danni alle abitazioni e alle attività commerciali».

«Già alcuni anni fa – spiega il presidente Fattizzo – analogo intervento era stato richiesto e mai realizzato, per l’ennesima ristrutturazione dei lavori di Via Roma, al punto che gli stessi lavori sembra, non sarebbero mai stati collaudati. Ora i nuovo cantiere avviato da alcune settimane dalla precedente Amministrazione e ancora in fase di realizzazione, rischia di non risolvere il problema nonostante i costi di realizzazione dell’intervento finanziati nell’ambito della “Rigenerazione territoriale della aggregazione dei Comuni di San pancrazio Salentino, Oria e Latiano, denominata la “Rete dei centri storici – Luoghi di aggregazione”».

L’associazione ha chiesto al sindaco «di bloccare da subito il cantiere» al fine «di verificare l’ipotesi di una variante che tenga conto di questa necessaria integrazione progettuale».

«L’Isola che non c’è», infine non esclude, «qualora la richiesta non dovesse essere presa in considerazione «di potersi  rivolgere all’Ordine degli ingegneri o alle autorità competenti» per sollecitare «una indagine tecnica sulla qualità dell’opera».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400