Cerca

Grano in festa, domenica l’appuntamento a Brindisi

Grano in festa, domenica l’appuntamento a Brindisi
BRINDISI - Si rinnova domenica prossima l’appuntamento con Il grano in festa, la manifestazione organizzata dall’Associazio - ne culturale Cocolicchio con il patrocinio del Comune e giunta alla sua seconda edizione. Nel borgo collinare di Cocolicchio, si parte alle ore 19, si punta sulla natura, l’arte, la tradizione, il folclore, la cultura e la gastronomia, in una festa che richiama i riti di una volta, tutto il piccolo mondo che girava intorno alla trebbiatura. Scoprire le proprie tradizioni attraverso l’iniziativa “Il grano in festa”, questo in sintesi l’obiettivo che si pone la festa del borgo fasanese di Cocolicchio. L’associazione culturale del posto ha voluto puntare l’attenzione sul rito del grano, dando vita ad una festa collinare, organizzata con il contributo dal Pastificio Cardone. La manifestazione l’anno scorso è stata molto seguita ed apprezzata dalla gente accorsa per rivivere un momento storico delle nostre generazioni, come quello della trebbiatura del grano.È stata anche l’occasione per ascoltare nutrizionisti ed esperti sulle qualità di questo alimento.

“Un’idea nata dalla voglia di ripercorrere il passato, quando qui c’erano i grani, prima ancora dei vigneti”, afferma Franco Mastro, presidente dell’Associazione culturale Cocolicchio. “In questo borgo e nello stesso Canale di Pirro fino agli anni 40 c’erano solo granai ed i nostri avi coltivano il grano. Con questa festa viene messo in evidenza come si coltivava il grano, partendo dalla semina per finire alla mietitura. In quattro generazioni, partendo dal novecento si vogliono ricordare i riti della raccolta del grano che rappresenta un patrimonio della nostra storia”. Il programma della seconda edizione prevede la rievocazione della storica trebbiatura, poi il momento dedicato ai canti e balli della mietitura, a cura dell’associazione Impronte di Puglia. A seguire spazio all’itinerario gastronomico curato direttamente dall’associazione Cocolicchio con la degustazione di orecchiette, panzerotti, l’immancabile vino delle cantine Lizzano e l’angolo frutta.

Un itinerario che parte dalla caratteristica farina “Senatore Cappelli”. A Cocolicchio, il borgo collinare al confine con la provincia di Bari, il grano ha fatto la sua comparsa nella seconda metà dell’800 con “u grano forte cappid”, in perfetto vernacolo fasanese, che ricordava la riforma agraria del 1915 del senatore Cappelli che divise il grano in duro e tenero. Un grano che successivamente, intorno agli anni 40, è stato soppiantato da grani più scadenti che hanno però una resa maggiore. Infatti il grano di quel periodo si riconosceva per le spighe molto alte, ma allo stesso tempo erano soggette ad “allettarsi”, piegarsi al forte vento, incidendo sulla resa. Tra storia e cultura gastronomia, quindi, sarà lo splendido scenario del borgo collinare fasanese a regalare un ambiente bucolico dove le stesse balle di paglia avranno la funzione di naturali panche per il visitatore attratto dalla particolare festa. [Tommaso Vetrugno]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400