Cerca

Il sindaco di Brindisi e il pagamento in contanti «Cortesia istituzionale»

Il sindaco di Brindisi e il pagamento in contanti «Cortesia istituzionale»
BRINDISI - "Mi sembrò una cortesia istituzionale nei confronti del sindaco che doveva pagare il suo debito". E’ così che uno dei due dipendenti della agenzia di Brindisi di Equitalia sentiti oggi nell’ambito del processo in cui il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales (Pd), è imputato di abuso d’ufficio, concussione e truffa, ha motivato le ragioni per cui era stata accordata, al di fuori delle norme di legge, la possibilità di pagare in contanti le rate di un debito privato dall’ammontare complessivo di 315.000 euro di cui 20.000 euro furono effettivamente versati.

Parte dell’importo fu corrisposto secondo l’accusa sostenuta dai pm Giuseppe De Nozza e Savina Toscani in tranche in contanti tramutati in assegni circolari "costringendo a mettere a disposizione i propri conti correnti personali i dipendenti Equitalia", per l’impostazione della procura persone offese dei reati di abuso d’ufficio e concussione contestati a Consales in concorso con Giuseppe Puzzovio, anch’egli imputato in questo processo. E’ emerso inoltre che una parte della somma fu materialmente versata da Massimo Vergara, commercialista di Lecce che è indagato con Consales in un altro filone d’inchiesta e che è stato identificato come il consulente della ditta Nubile Srl, affidataria del servizio di gestione degli impianti per i rifiuti del Comune di Brindisi.

Sempre nello stesso giudizio, che coinvolge complessivamente quattro persone e che si sta celebrando dinanzi al Tribunale in composizione collegiale, si sta trattando l’ipotesi di truffa in danno del Comune per l’affidamento del servizio di rassegna stampa e call center alla News Sas, società che era stata di Consales, che ne aveva poi ceduto le quote, fino alla primavera 2012, quando era stato eletto sindaco. Secondo l’accusa Consales avrebbe nascosto un conflitto di interessi di circa 800.000 euro di cui 385.000 di debiti tributari e verso istituti previdenziali. La prossima udienza è prevista per il 23 ottobre prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400