Cerca

San Pietro Vernotico Proprietà donata giace abbandonata

San Pietro Vernotico Proprietà donata giace abbandonata
SAN PIETRO VERNOTICO - Gli stabili che l’avvocato Valerio Gravili che ha voluto donare al Comune di San Pietro sono in uno stato di squallido abbandono. Il plesso ubicato su via Brindisi - dove in base alle ultime volontà dell’avvocato Gravili - il comune avrebbe dovuto realizzare una casa di riposo, versa in totale abbandono. Presso l’edificio dove il benefattore abitava, a causa della totale assenza di custodia, ha avuto sfondate le porte, e rotti i vetri, da parte di ignoti che hanno razziato o vandalizzato mobili di inestimabile valore. Niente, finora, è stato fatto per riutilizzare queste strutture. Addirittura, in quella abitazione, sebbene priva di energia elettrica e di acqua, si è insediata una coppia di senzatetto.

Gli uomini della Polizia Municipale qualche mese addietro fecero un sopralluogo, invitanti gli occupanti a sloggire ma quelli, per tutta risposta, hanno fatto sapere senza mezzi termini che non andranno via se prima il Comune non provvederà a dar loro un’abitazione. Gli stessi uomini della vigili urbani, all’ interno, hanno rinvenuto un vero e proprio letamaio. Addirittura non ce la facevano a camminare per ciò che era per terra e per i cattivi odori che si avvertivano. Un impresario di Brindisi, qualche mese addietro, si recò al Comune proponendo al sindaco Pasquale Rizzo che avrebbe sistemato tutti gli stabili, appunto, per adibirli ad una comunità per anziani con handicap. Ma a tutt’oggi non c’è stata alcuna risposta a tale proposta.

Gli affittuari di altri locali, (su via Brindisi e su via Maternità infanzia) non sanno a chi versare i soldi del fitto, che ad oggi ammontano a migliaia di euro. Il complesso immobiliare principale, sito proprio in via Maternità infanzia e che si estende anche oltre la linea ferroviaria di via Torchiarolo, è formato da: un fabbricato adibito a laboratorio esteso 110 mq con superficie di 148 mq; un fabbricato adibito a laboratorio ed annesso ampio piazzale antistante esteso 54 mq, superficie 216 mq estesa dal bordo laterale del fabbricato alla parte adiacente sino alla via Maternità infanzia ed a sud sino alla via Torchiarolo; un fabbricato adibito a laboratorio di 463 mq e di un qamboiente di 588 mq composto da ampio un vano in cui è stato ricavato, nell’angolo anteriore sinistro, un piccolo bagno e nella cui parte antistante il fabbricato c’è un piazzale che si estende per tutta la lunghezza sino alla via Maternità infanzia; un fabbricato adibito ad abitazione civile con 4 vani per una superficie di 78 mq; un fabbricato adibito ad abitazione civile con 16 vani per 451 mq, i cui pavimenti sono rivestiti in marmo e gli infissi in legno. In questa abitazione è presente un ascensore. Il tutto però è in stato di abbandono da anni. [giuseppe de marco]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400