Cerca

Brindisi, abusi sessuali su 14enne L’ex arcivescovo dai magistrati Dopo l'arresto del prete

Brindisi, abusi sessuali su 14enne L’ex arcivescovo dai magistrati Dopo l'arresto del prete
di ANTONIO PORTOLANO

Sarà ascoltato, in qualità persona informata sui fatti, lunedì prossimo l’ex arcivescovo della diocesi di Brindisi-Ostuni Rocco Talucci. I magistrati ritengono di importante la sua testimonianza nell’ambito delle indagini legate all’arresto di Don Giampiero Peschiulli accusato di violenza sessuale aggravata con abuso di autorità su due chierichetti (all’epoca dei fatti 13 enni). I presunti abusi, di cui in città si vociferava da anni nella chiesa di Santa Lucia (negli ultimi anni pare non fosse più frequentata da bambini), sarebbero stati coperti. Emerge almeno in un caso, raccontato agli investigatori dai genitori di due ragazzi, all’epoca dei fatti minorenni, che insieme con un terzo ragazzo sarebbero stati vittime di abusi. I due genitori, recita l’ordinanza del gip Tea Verderosa, con la quale è stato è stato disposto l’arresto per Don Giampiero Peschiulli, «si erano rivolti con insistenza, al vescovo di allora, Mons. Rocco Talucci, il quale dopo aver espresso meraviglia sul fatto che i giovani avessero parlato delle molestie ricevute in casa, aveva invitato le vittime degli atti sessuali a non denunciare la vicenda e a non parlarne con altri». Insomma, l’arcivescovo sarebbe stato a conoscenza di fatti e circostanze, ma avrebbe «coperto» don Peschiulli.

È per chiarire questa vicenda e anche altri aspetti emersi nel corso dell’indagine che lunedì prossimo sarà ascoltato dagli inquirenti monsignor Rocco Talucci, ormai in pensione, da due anni. A monsignore è stato notificato l’invito a presentarsi dai carabinieri come persona informata sui fatti. Potrà in quella sede chiarire se fosse a conoscenza dei fatti e se risponde a verità il fatto che ai genitori di due ragazzi si erano lamentati dell’atteggiamento di Don Giampiero avesse chiesto di non dire nulla a nessuno.

L’ex arcivescovo potra chiarire anche quanto emerge dalle intercettazioni tra Don Peschiulli e la perpetua del 6 novembre dello scorso anno.

Perpetua: «Vabbe’ … che poi l’offesa che è stata fatta a lui… in realtà, è stata fatta a lui, per via di Rocco Talucci, non è che sia stata fatta a lui direttamente, perché, tu essendo molto amico di Rocco Talucci, Rocco Talucci … ha imboscato determinate denunce che sono state fatta alla Curia negli anni passati … No?».

Peschiulli: «Eh, si!».

Perpetua: «Che lui però ha messo a disposizione … e che non c’è niente … non risulta niente di che …».

Peschiulli: «No, no …»

Perpetua: «Risulta solo che tieni un carattere burbero e abbiamo fatto la scoperta dell’acqua calda …».

Peschiulli: «Ehh, lo sappiamo sto’ fatto … inc …».

Perpetua: «Per cui, lui si sta avvalendo di questo fatto … deve anche … io non so i rapporti che lui abbia con Rocco Talucci, ma dall’ esterno noto che sta facendo … che sta dimostrando … io no sono come lui …».

Peschiulli: «No, no … lui con Talucci non ci parla proprio …».

La donna: «No? Ahhh … E allora … te l’ho detto … io dall’esterno, sto notando che vuole dimostrare che lui non è come Rocco Talucci… è una persona integra …».

Peschiulli: «Si … lui non si parla proprio con Talucci…».

Perpetua: «Questo mi sta … e infatti io non lo sapevo … a me ha dimostrato questo … come se stesse dicendo che lui è diverso da Rocco Talucci … io sono quello buono …».

Peschiulli: «No, no … se fosse.. io ti dico questo … se fosse rimasto Talucci, avrebbe preso in mano la situazione …».

Perpetua: «Sii … si, si, si …».

Peschiulli: «Come l’ha presa per uno di ( … ) che adesso sta a (….)».

Conversazioni insomma che hanno necessità di essere vagliate. Conversazioni che gettano ombre pesanti sulla chiesa a Brindisi. Come nel caso del colloqui tra Peschiulli ed un sacerdote amico in cui si parla esplicitamente di tanti, troppi casi dubbi in città. Nelle tante conversazioni parlando con un altro sacerdote Don Giampiero dice riferendosi ai contenuti di una missiva.

Peschiulli: «Eccellenza non si preoccupi degli scandali che se scandali cl

dovessero essere uhhh in quante parrocchie!!! In casa sua, lei li tiene gli scandali, così gli ho scritto (inc.)».

Prete: «Ahh ... inizia a B...?».

Peschiulli: «Si, si!».

Prete: «Uuuuhhhh ....». Peschiulli: «Se scandali ci dovrebbero essere devono incominciare da... e poi ce li ha anche in casa lei ce l'ha ...».

E ancora Peschiulli: «e bello mio, Rita glielo l’ha detto, se va a parlare Don Giampiero quanti devono togliersi il colletto dico, altro che. Lui è stato così, ma non ha mai fatto niente non ha fatto ...».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400