Cerca

Ecco i 5 candidati sindaco Un incontro in piazza il 23

Ecco i 5 candidati sindaco Un incontro in piazza il 23

LATIANO - «I cinque candidati sindaco, tutti insieme, in piazza». Dovrebbe tenersi il prossimo 23 maggio in piazza «Umberto I» l’incontro-dibattito con i cinque candidati alla carica di sindaco di Latiano (in ordine alfabetico: Antonio De Giorgi, Ileana Di Coste, Giovanni Guarini, Mino Maiorano, Claudio Ruggiero). L’iniziativa (in fase di definizione), organizzata dalla associazione culturale «L’isola che non c’è», vedrà la partecipazione del giornalista de «La Gazzetta del Mezzogiorno», Franco Giuliano, al quale verrà affidato il compito di porre le domande ai cinque candidati.

«L’obiettivo - spiega il presidente dell’Associazione culturale, Tiziano Fattizzo - è quello di dare un contributo al dibattito politico in vista delle prossime elezioni amministrative e consentire ai cittadini di poter conoscere meglio il progetto e le proposte dei candidati alla più importante carica del paese».

I dettagli dell’evento dovrebbero essere definiti nelle prossime ore insieme agli stessi candidati. «Con i quali - tiene a puntualizzare il presidente Fattizzo - bisognerà decidere gli aspetti tecnici dell’iniziativa: dall’allestimento della location, alle autorizzazioni amministrative rilasciate dall’ufficio Elettorale del Comune».

«Il dato interessante - spiega il presidente - fino a questo momento è che tutti e cinque i candidati hanno risposto immediatamente e con entusiasmo all’invito degli organizzatori. Un segnale positivo che dimostra la maturità dei candidati e la loro disponibilità a misurarsi per consentire ai propri cittadini elettori di poter capire quali sono le idee e i progetti».

Fino a questo momento la campagna elettorale sì è consumata in gran parte all’interno delle sezioni dei candidati o sui social network; o per chi può permetterselo su qualche emittente privata. Altra cosa invece è confrontarsi in una sorta di «faccia a faccia» con i competitor su argomenti (ambiente, urbanistica, gestione della macchina amministrativa, arredo urbano, istruzione, sanità, scuola) che per ogni candidato (ma soprattutto per i cittadini che andranno a votare) dovrebbero rappresentare le ragioni di una scelta.

«Siamo certi - ha concluso Fattizzo - che i nostri candidati non si sottrarranno a questa sfida che rappresenta il primo segnale di disponibilità verso i cittadini-elettori che si vuole amministrare nei prossimi 5 anni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400