Cerca

Reintegrato il vigilante malato di tumore licenziato dalla ditta

di ANTONIO PORTOLANO
BRINDISI - La «Sveviapol Sud» ha reintegrato ieri Enzo Giunta la guardia giurata brindisina 48enne, in servizio da sei anni nell’istituto di vigilanza privato, malata di tumore al cervello - e costretta a sottoporsi a tre interventi - che era stata licenziata dalla società per la quale lavorava per essersi assentata troppo dal luogo
ARCHIVIO - Brindisi, malato di tumore e licenziato: troppe assenze
Reintegrato il vigilante malato di tumore licenziato dalla ditta
di Antonio Portolano

BRINDISI - La «Sveviapol Sud» ha reintegrato ieri Enzo Giunta la guardia giurata brindisina 48enne, in servizio da sei anni nell’istituto di vigilanza privato, malata di tumore al cervello - e costretta a sottoporsi a tre interventi - che era stata licenziata dalla società per la quale lavorava per essersi assentata troppo dal luogo. «Subito dopo aver appreso del caso - ha detto Carlo Lettieri alla Gazzetta - ho parlato con la proprietà e tutti sono stati concordi nella volontà di reintegrare il vigilante. Stamattina (ieri, ndr) senza attendere l’esito di alcuna decisione da parte del giudice abbiamo provveduto a reintegrare il lavoratore al suo posto di lavoro». Reintegro avvenuto, in tempi «da record». A due giorni esatti da quanto dichiarato dall’amministratore di «Sveviapol Sud», Carlo Lettieri, mantiene la parola data alla Gazzetta.Nell’intervista, il numero uno della società aveva dichiarato apertamente la «volontà dell’istituto di ricomporre la situazione» parlando di un errore e di un «licenziamento avvenuto in automatico» con un provvedimento partito subito dopo il superamento della soglia dei 240 giorni previsti dalla legge relativi al «periodo di comporto».

Il licenziamento è stato impugnato dalla Fisascat Cisl - con l’assistenza del segretario di categoria Antonio Baldassarre e dell’avvocato Giuseppe Negro - sindacato che assiste la guardia giurata. Ieri l’Istituto di vigilanza ha informato con un telegramma la guardia giurata Enzo Giunta dell’avvenuto reintegro sul posto di lavoro.

«Il licenziamento è stato revocato - ha concluso Lettieri -, da oggi è come se Enzo Giunta non fosse mai stato licenziato quindi resta al suo posto conservando mansioni e livelli, senza perdere nulla».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400