Cerca

Brindisi, preso killer notte di Halloween

BRINDISI - Andrea Romano, 29 anni, era ricercato per un omicidio e un tentato omicidio avvenuti lo scorso 1 novembre a Brindisi al termine di un litigio per futili motivi e da pochi giorni era tornato dall’estero. I militari hanno fatto irruzione nell’appartamento di due favoreggiatori, anch’essi arrestati: Romano aveva ancora l'arma del delitto.
ARCHIVIO - Ucciso la notte di Halloween un fermato, due ricercati
Brindisi, preso killer notte di Halloween
BRINDISI - Era ricercato per un omicidio e un tentato omicidio avvenuti lo scorso 1 novembre a Brindisi al termine di un litigio per futili motivi e da pochi giorni era tornato dall’estero, secondo gli inquirenti, per curare i propri interessi criminali. Andrea Romano, 29 anni, latitante, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale della città pugliese. I militari hanno fatto irruzione nell’appartamento di due favoreggiatori, anch’essi arrestati, trovando Romano ancora in possesso della pistola Beretta che avrebbe usato per commettere
l’omicidio.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, Romano dopo aver preso parte al delitto di Tedesco era fuggito all’estero dove il suo «soggiorno» era stato sostenuto economicamente proprio dalla criminalità brindisina. Resta irreperibile Alessandro Polito, di 31 anni, anche lui indagato in concorso per il delitto compiuto ad ora di pranzo, in un giorno di festa, per 'futili motivì secondo gli investigatori. 

A quanto è emerso dalle indagini la discussione era maturata all’interno di un condominio di piazza Raffaello in un tentativo di chiarimento che faceva seguito a una disputa sorta la sera precedente durante una festicciola di Halloween per bambini. Romano – quando vi è stata la sparatoria – si trovava agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico che aveva poi rimosso per scappare. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400