Cerca

Martedì 24 Aprile 2018 | 23:12

«Mio fratello ucciso il Comune rinunci ai soldi»

ORIA - «Nel 1991 mio fratello Mario, di appena 16 anni, veniva ucciso con un colpo di pistola dietro la nuca da un vigile urbano in servizio. La sua unica colpa, l'aver tentato di scavalcare un muretto per assistere al palio cittadino - scrive il fratello Antonio De Nuzzo -. Il vigile è stato condannato con sentenza definitiva. Non gli è mai stato imposto di risarcire la mia famiglia: la responsabilità è ricaduta sul Comune di Oria». Ma dopo 20 anni tra ricorsi e carte bollate il Comune richiede indietro la somma versata 500mila euro
«Mio fratello ucciso il Comune rinunci ai soldi»
ORIA - «Mio fratello ucciso a 16 anni e ora ci chiedete anche i soldi indietro». Antonio De Nuzzo - il cui fratello fu ucciso da un vigili urbano durante l’edizione del 1991 del Torneo dei Rioni mentre cercava di scavalcare un muro di cinta per assistere alla rievocazione storica - lancia una petizione on line dopo che il Comune ha chiesto di riavere il risarcimento in un primo momento accordato alla famiglia. Antonio De Nuzzo, che abita a Paterno Dugnano.
«Nel 1991 mio fratello Mario, di appena 16 anni, veniva ucciso con un colpo di pistola dietro la nuca da un vigile urbano in servizio, davanti a sette testimoni. La sua unica colpa, l'aver tentato di scavalcare un muretto per assistere al palio cittadino - scrive -. Il vigile è stato condannato con sentenza definitiva a 16 anni di carcere, ma ne ha scontati soltanto la metà. Non gli è mai stato imposto di risarcire la mia famiglia: la responsabilità è ricaduta sull'Amministrazione, per la quale il vigile prestava servizio. Il Comune di Oria, il nostro paese, è stato quindi chiamato a corrispondere ai miei genitori più di 500mila euro di risarcimento».

«Dopo due sentenze di condanna, in primo e secondo grado, il Comune ha fatto ricorso - rposegue Antonio De Nuzzo -: adesso, a distanza di più di 20 anni dall’uccisione di mio fratello, la mia famiglia deve restituire la somma che ha ricevuto, con tanto di interessi e rimborsi legali. Quei soldi, però, non li abbiamo più: sono stati utilizzati dai miei genitori per costruire la cappella di famiglia e per terminare la casa dove oggi vive mio padre. Parte del denaro, poi, è stata spesa per curare mia madre, ammalatasi, e poi morta, dopo la scomparsa di mio fratello. Sono passati più di vent'anni e al dolore e alla sofferenza sembra non sia possibile mettere fine. Nel frattempo mi sono sposato e ho fatto due bambini. E per la mia famiglia vorrei la serenità che io non ho avuto. Adesso, però, rischio il pignoramento dei miei beni e di un quinto del mio stipendio. Il Comune di Oria, con una delibera, potrebbe rinunciare a questi soldi per motivi umanitari. Faccio appello all’Amministrazione ce al Commissario prefettizio Pasqua Erminia Cicoria perché rinuncino al denaro, permettendo alla mia famiglia una vita serena».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Ipovedente cade in mare nel porto salvato dal suo cane

Ipovedente cade in mare
nel porto salvato dal suo cane

 
cittadella della ricerca Brindisi

Fusione nucleare, l’Avvocatura indagherà sull’esclusione di Brindisi

 
Sanità Puglia, commissione approva più fondi per assegni di cura

Sanità Puglia, commissione approva più fondi per assegni di cura

 
Il capo della Polizia inaugura impianto  delle Fiamme Oro

Capo della Polizia inaugura
impianto delle Fiamme Oro

 
Brindisi, imputato di stalking  colto da infarto in tribunale

Brindisi, imputato di stalking
colto da infarto in tribunale

 
La «Casa degli orti» abbandonata all’incuria

La «Casa degli orti»
abbandonata all’incuria

 
Amministrative al vetriolo Il Centrodestra va a pezzi

Amministrative al vetriolo
Il Centrodestra va a pezzi

 
Cremona batte Brindisi al PalaPentassuglia 72-99

Basket, Cremona
sbanca Brindisi 99-72

 

MEDIAGALLERY

Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

 
Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

 
Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 
L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo delle coste salentine

L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo coste salentine

 
La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

 
Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

 
Puglia, Papa Francesco ad Alessano

Puglia, Papa Francesco ad Alessano

 
Papa Francesco celebra messa a Molfetta

Papa Francesco celebra messa a Molfetta

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Italia TV
Aprira' a Roma la prima Smile House

Aprira' a Roma la prima Smile House

 
Mondo TV
Il killer di Toronto studente non legato al terrorismo

Il killer di Toronto studente non legato al terrorismo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per mercoledi', 25 aprile 2018

Previsioni meteo per mercoledi', 25 aprile 2018

 
Spettacolo TV
'Il vecchio Banderas morto grazie a Picasso'

'Il vecchio Banderas morto grazie a Picasso'

 
Economia TV
Alitalia: Ue apre indagine, dubbi su prestito ponte

Alitalia: Ue apre indagine, dubbi su prestito ponte

 
Calcio TV
Champions, stasera Roma a Liverpool

Champions, stasera Roma a Liverpool

 
Sport TV
Motogp, oggi le libere ad Austin

Motogp, oggi le libere ad Austin