Cerca

Brindisi, truffe a compagnie con falsi incidenti stradali pm chiede 100 condanne

BRINDISI – Cento richieste di condanna a pene comprese tra gli 8 mesi e i 6 anni e 8 richieste di proscioglimento per prescrizione sono state formulate dalla procura di Brindisi a carico di altrettanti imputati nelle fasi conclusive di un processo per truffe alle compagnie assicurative compiute mettendo in scena falsi incidenti stradali. In tutto sono 36 gli episodi monitorati dagli agenti della Polstrada di Brindisi dal 2008 in poi e 7 le ordinanze di custodia eseguite nel 2010
Brindisi, truffe a compagnie con falsi incidenti stradali pm chiede 100 condanne
BRINDISI – Cento richieste di condanna a pene comprese tra gli 8 mesi e i 6 anni e 8 richieste di proscioglimento per prescrizione sono state formulate dalla procura di Brindisi a carico di altrettanti imputati nelle fasi conclusive di un processo per truffe alle compagnie assicurative compiute mettendo in scena falsi incidenti stradali.

Il processo è iniziato nel febbraio 2014. In tutto sono 36 gli episodi monitorati dagli agenti della Polstrada di Brindisi dal 2008 in poi e 7 le ordinanze di custodia eseguite nel 2010. Tra gli imputati ci sono anche tre avvocati, oltre a carrozzieri e addetti ai lavori.

Le indagini partirono da una telefonata al 113 che annunciava, indicando marca e modello delle auto coinvolte, un incidente che si sarebbe verificato poco dopo e che era in realtà stato già progettato per ottenere gli indennizzi assicurativi. Altro episodio, un incidente nel 2008 realizzato con auto rubate e feriti i cui nomi sono poi apparsi anche in altri sinistri. La pena più alta, 6 anni di reclusione, è stata richiesta per un autocarrozziere, Angelo Balestra, ritenuto il 'capò e 'ideatorè del sistema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400