Cerca

Caso mensa a Brindisi bimbi restano a «digiuno»

BRINDISI - Anche oggi i bambini delle scuole di Brindisi sono rimasti senza il servizio mensa. Infatti, la ditta Markas che ha in appalto il servizio, ha riavuto nella propria disponibilità le attrezzature della cucina che sono all'interno della masseria Marangiulo, a Cisternino (Brindisi) sottoposta a sequestro per abusi edilizi. Il sindaco: no pasti freddi, solo pasti caldi
Caso mensa a Brindisi bimbi restano a «digiuno»
BRINDISI - Anche oggi i bambini delle scuole di Brindisi sono rimasti senza il servizio mensa. Infatti, la ditta Markas che ha in appalto il servizio, ha riavuto nella propria disponibilità le attrezzature della cucina che sono all'interno della masseria Marangiulo, a Cisternino (Brindisi) sottoposta a sequestro per abusi edilizi, ma non ha potuto comunque preparare il pranzo perchè non dispone di un altro centro cottura.
La masseria, in cui sono stati rilevati abusi edilizi, resta ancora sotto sigilli dopo la convalida del sequestro. Alcune scuole cittadine si sono organizzate facendo intervenire centri cottura privati e il sindaco Brindisi, Mimmo Consales (Pd), ha fatto sapere in un comunicato di aver disposto che «il servizio di ristorazione scolastica dovrà ripartire solo nel momento in cui sarà possibile consegnare pasti caldi».
È stata infatti esclusa la possibilità di somministrare pasti freddi ai bambini, in quanto l'ipotesi di servire focaccia, tonno e fagioli, è stata bocciata dalla Asl che non l'ha ritenuta idonea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400