Cerca

Abusi a centro cottura scuole Brindisi: sigilli

CISTERNINO  – I vigili urbani di Cisternino hanno sequestrato una masseria, già confiscata nell’ambito di un processo per truffe nel settore delle calamità naturali, e nella quale ora sono stati rilevati abusi edilizi di grave entità. Si tratta di masseria Marangiulo, di recente data in locazione e utilizzata dalla ditta Markas, in via temporanea, come centro cottura per il servizio mensa delle scuole elementari e materne di Brindisi. A quanto si apprende domani non verranno serviti i pasti agli alunni.
Abusi a centro cottura scuole Brindisi: sigilli
CISTERNINO  – I vigili urbani di Cisternino hanno sequestrato una masseria, già confiscata nell’ambito di un processo per truffe nel settore delle calamità naturali, e nella quale ora sono stati rilevati abusi edilizi di grave entità. Si tratta di masseria Marangiulo, di recente data in locazione e utilizzata dalla ditta Markas, in via temporanea, come centro cottura per il servizio mensa delle scuole elementari e materne di Brindisi. A quanto si apprende domani non verranno serviti i pasti agli alunni.

L'appalto per la fornitura del pranzo agli scolaretti è da giorni oggetto di polemiche e contestazioni per via di problemi verificatisi al rientro dalle festività natalizie e dovuti al passaggio di consegne tra la vecchia ditta, la Ladisa, che non ha inteso continuare in proroga, e la nuova che ha dovuto dare avvio al servizio pur non disponendo di un centro cottura a Brindisi.

Da lunedì scorso il pranzo dei bambini veniva condotto a Brindisi da Cisternino, che dista dal capoluogo una cinquantina di chilometri. Secondo quanto emerso da approfondimenti della polizia municipale, coordinata dal maggiore Antonio Modugno, buona parte della masseria in questione è del tutto abusiva e quindi non idonea a ospitare cucine e fornelli. Sulla vicenda 'mensà il procuratore della Repubblica di Brindisi ha aperto un fascicolo d’inchiesta conoscitivo. Per quel che riguarda invece gli accertamenti odierni, la polizia municipale procede d’iniziativa ed è stato informato il pm di turno Raffaele Casto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400