Cerca

Nel Brindisino rubate bici a gruppo di ciclocross

TORRE CANNE (BRINDISI) - Non hanno potuto partecipare ai Campionati italiani di ciclocross, che si sono svolti lo scorso fine settimana a Pezze di Greco, la più popolosa frazione di Fasano, perchè ignoti ladri hanno loro rubato le bici mentre erano in albergo. Il furto è stato messo a segno a Torre Canne, dove un gruppo di atleti di Potenza aveva trovato sistemazione in una struttura ricettiva
Nel Brindisino rubate bici a gruppo di ciclocross
TORRE CANNE (BRINDISI) - Non hanno potuto partecipare ai Campionati italiani di ciclocross, che si sono svolti lo scorso fine settimana a Pezze di Greco, la più popolosa frazione di Fasano, perchè ignoti ladri hanno loro rubato le bici mentre erano in albergo. Il furto è stato messo a segno a Torre Canne, dove un gruppo di atleti di Potenza aveva trovato sistemazione in una struttura ricettiva ubicata nella frazione balneare. Le bici – si tratta di mezzi da competizione, di quelli che hanno un elevato valore commerciale – erano custodite all’interno di un furgone. I ladri, stando a quello che è stato possibile sapere, hanno forzato il portellone del furgone, che era parcheggiato all’ester no dell’hotel, e hanno asportato sei biciclette.

Si è trattato di un furto “chirurgico”: il colpo è stato messo a segno in un arco di tempo brevissimo. Prese le bici – tutto lascia pensare che gli autori del furto abbiano raggiunto l’albergo di Torre Canne dove era ospite il gruppo di atleti provenienti dalla Basilicata a bordo di un mezzo dove hanno caricato la refurtiva – i ladri sono subito andati via. Quando i proprietari delle biciclette hanno scoperto di essere stati derubati non hanno potuto fare altro che sporgere denuncia ai carabinieri della stazione di Pezze di Greco, che è competente per territorio.

Non c’è che dire: è stato un brutto colpo per l’immagine di un territorio che ospitava i Campionati italiani di ciclocross. A prescindere dal valore delle bici rubate, che non è assolutamente di poco conto, il furto è un pessimo biglietto da visita per la città ospite dell’evento. Se è vero, come è vero, che al ritorno di fiamma di tanta gente per la bicicletta è purtroppo corrisposto un esponenziale aumento del numero di questi mezzi di trasporto green, è altrettanto vero che ogni volta che ad essere vittima di un furto sono forestieri questo genere di reati non costituisce un bel biglietto da visita per l’intero territorio. Ma ai ladri di questo importa poco e niente: a loro interessava rubare quelle bici nella speranza di riuscire poi a piazzarle sul mercato nero racimolando – di questo c’è da essere certi – appena qualche centinaio di euro. È andata bene. Almeno per il momento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400