Cerca

Soffiate su indagini  e corruzione a Brindisi due condanne

BRINDISI – Un ex maresciallo della guardia di finanza di Brindisi, Pasquale Lisi, è stato condannato a 5 anni e 6 mesi di reclusione, mentre un avvocato civilista, Giovanni Faggiano, anch’egli di Brindisi, è stato condannato a 1 anno e 4 mesi (pena sospesa) per ipotesi di rivelazione del segreto d’ufficio e corruzione. Lo ha deciso il gup di Brindisi Giuseppe Licci al termine di un processo con rito abbreviato
Soffiate su indagini  e corruzione a Brindisi due condanne
BRINDISI – Un ex maresciallo della guardia di finanza di Brindisi, Pasquale Lisi, è stato condannato a 5 anni e 6 mesi di reclusione, mentre un avvocato civilista, Giovanni Faggiano, anch’egli di Brindisi, è stato condannato a 1 anno e 4 mesi (pena sospesa) per ipotesi di rivelazione del segreto d’ufficio e corruzione. Lo ha deciso il gup di Brindisi Giuseppe Licci al termine di un processo con rito abbreviato. Il pm Milto Stefano De Nozza aveva formulato richiesta di 3 anni e 4 mesi per l’ex sottufficiale del nucleo di polizia tributaria, di 1 anno e 4 mesi (pena sospesa) per il civilista.

E' stata invece assolta una terza imputata, Gabriella Iafelice, dirigente dell’Inps di Brindisi, coinvolta in un filone correlato a quello principale del processo, parte del quale è ancora in corso con rito ordinario davanti al Tribunale di Brindisi per altre due persone.

Il finanziere avrebbe fornito all’avvocato notizie riservate su indagini in corso, in particolare su accertamenti patrimoniali che stavano per essere eseguiti in una azienda, in cambio di favori, tra cui l’assunzione della figlia del militare in un istituto di vigilanza di Faggiano. I due condannati furono arrestati nel dicembre del 2011.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400