Cerca

Carovigno, incendio doloso nella sede di giornale locale

BRINDISI – Un incendio di natura dolosa è stato appiccato ieri sera attorno alle 20 a Carovigno (Brindisi) all’interno della redazione di un mensile cittadino "La lanterna del popolo". Sull'episodio, l’ultimo di una serie di intimidazioni a consiglieri comunali di maggioranza, indaga la procura di Brindisi. Alcuni individui, a quanto si è appreso, intorno alle 20 hanno infranto la porta vetrata d’ingresso della sede del giornale, che ha anche una versione web, e dopo aver cosparso i locali di liquido infiammabile, hanno appiccato il rogo. Le fiamme hanno distrutto monitor, pc, sedie, un divano, documenti, e la stampante
Carovigno, incendio doloso nella sede di giornale locale
BRINDISI – Un incendio di natura dolosa è stato appiccato ieri sera attorno alle 20 a Carovigno (Brindisi) all’interno della redazione di un mensile cittadino "La lanterna del popolo". Sull'episodio, l’ultimo di una serie di intimidazioni a consiglieri comunali di maggioranza, indaga la procura di Brindisi. Alcuni individui, a quanto si è appreso, intorno alle 20 hanno infranto la porta vetrata d’ingresso della sede del giornale, che ha anche una versione web, e dopo aver cosparso i locali di liquido infiammabile, hanno appiccato il rogo. Le fiamme hanno distrutto monitor, pc, sedie, un divano, documenti, e la stampante.

"Abbiamo preso posizioni forti anche contro l’amministrazione comunale", ha detto il direttore della testata, Domenico Basile, al sito online BrindisiReport.it. Il giornalista è stato anche ascoltato dagli investigatori.

La città di Carovigno è amministrata da liste di centrosinistra, il sindaco è l’ex deputato Udc, Mimmo Mele che mercoledì scorso aveva avuto un incontro con il prefetto, durante il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, proprio per via dell’escalation di atti intimidatori avvenuti nella cittadina del Brindisino, tra i quali anche un’incursione nel palazzo municipale di persone non ancora identificate che rovistarono nella stanza del sindaco senza portare via niente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400