Cerca

Scomparso a Mesagne un uomo di 38 anni

di MIMMO MONGELLI
MESAGNE - Sembra essere scomparso nel nulla. Da ieri mattina si sono perse le tracce di un giovane di Mesagne. Si chiama Toni Falcone, ha 38 anni e al momento è disoccupato. Uscendo di casa, nell’intervallo tra le 10 e le 13 di ieri, ha lasciato un biglietto alla madre. Poche righe che, stando a quanto è stato possibile sapere, preannunciavano l’intenzione da parte del giovane di mettere fine alla sua vita. Destinataria del messaggio era la madre
Scomparso a Mesagne un uomo di 38 anni
di MIMMO MONGELLI

MESAGNE - Sembra essere scomparso nel nulla. Da ieri mattina si sono perse le tracce di un giovane di Mesagne. Si chiama Toni Falcone, ha 38 anni e al momento è disoccupato. Uscendo di casa, nell’intervallo tra le 10 e le 13 di ieri, ha lasciato un biglietto alla madre. Poche righe che, stando a quanto è stato possibile sapere, preannunciavano l’intenzione da parte del giovane di mettere fine alla sua vita. Destinataria del messaggio era la madre, la quale, rientrando a casa e leggendo il biglietto scritto dal figlio, si è subito messa in allarme.

Giusto il tempo di fare un giro di telefonate tra familiari, amici e conoscenti con la speranza che qualcuno avesse notizie del suo Toni e poi la donna, attorno alle 14,30, ha denunciato la scomparsa del figlio ai carabinieri. La macchina delle ricerche si è messa subito in moto. Il tono del messaggio lasciato dal 38enne alla madre non consentiva di perdere tempo. I militari dell’Arma si sono prodigati subito nelle ricerche del ragazzo ed hanno continuato a cercare anche quando è calata la sera. All’inizio le ricerche si sono concentrate su Mesagne e sulle zone immediatamente limitrofe alla città messapica. Ovviamente, avendo i carabinieri pochissimi elementi a disposizione, le ricerche sono tutt’altro che facili.

Toni Falcone potrebbe essere ovunque, anche lontano dalla sua città natale. Circostanza, questa, che sarebbe avvalorata dal fatto che, sempre stando a quel (poco) che è stato possibile sapere, uscendo di casa con l’intenzione di non farvi più ritorno il 38enne avrebbe portato con se il denaro che è riuscito a racimolare nella sua abitazione. Quei soldi potrebbero essergli serviti - allo stato è solo un’ipotesi - per raggiungere qualche altra città. Ma l’allontanamento - gli investigatori non possono non valutare anche questa pista - potrebbe essere finalizzato a dare seguito al proposito di togliersi la vita, manifestato dallo stesso 38enne nel biglietto lasciato alla madre. Un gesto, che si spera di poter scongiurare.

Se nella prima fase delle ricerche sono stati impegnati soltanto i carabinieri e il comandante della compagnia Cc di San Vito dei Normanni non ha risparmiato energie: tutti i militari disponibili sono stati coinvolti nella ricerca del giovane e da oggi - sempre ammesso che nel frattempo il 38enne mesagnese non venga ritrovato - sarà attivato il piano per la ricerca delle persone scomparse predisposto per simili frangenti dalla Prefettura di Brindisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400