Cerca

Liquido infiammabile in una scuola a Brindisi

BRINDISI - Liquido infiammabile è stato versato da persone non ancora identificate in un corridoio interno dell'istituto magistrale 'Palumbò di via Achille Grandi a Brindisi: a quanto appurato dai vigili del fuoco, sarebbe stata utilizzata una bottiglietta in plastica. Nelle vicinanze è stata poi rinvenuta una lettera rivolta al dirigente scolastico con riferimenti a regole interne della scuola da cambiare. La missiva porta la firma generica di studenti dell'istituto scolastico. Non è stato appiccato il fuoco. Sull'episodio indaga la polizia.
Liquido infiammabile in una scuola a Brindisi
 BRINDISI - Liquido infiammabile è stato versato da persone non ancora identificate in un corridoio interno dell'istituto magistrale 'Palumbò di via Achille Grandi a Brindisi: a quanto appurato dai vigili del fuoco, sarebbe stata utilizzata una bottiglietta in plastica. Nelle vicinanze è stata poi rinvenuta una lettera rivolta al dirigente scolastico con riferimenti a regole interne della scuola da cambiare. La missiva porta la firma generica di studenti dell'istituto scolastico. Non è stato appiccato il fuoco. Sull'episodio indaga la polizia.

Ad accorgersi del forte odore di combustibile all'interno della scuola, attorno alle 21, è stata la stessa preside che era ancora all'interno dell'istituto dove erano in corso attività extrascolastiche serali e che ha dato l'allarme. L'istituto dista pochi isolati dalla scuola Morvillo Falcone, dove il 19 maggio 2012 è stato fatto esplodere un ordigno che ha ucciso una studentessa e ha ferito altre nove persone. L'azione intimidatoria di questa sera - secondo gli investigatori - ha matrice del tutto differente e sembrerebbe riconducibile a una bravata dimostrativa di un gruppo di giovani che frequentano il 'Palumbò.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400