Cerca

Via amianto dalle case coi contributi comunali

FASANO - L’obiettivo è quello di rimuovere quanto più amianto possibile dai manufatti e dagli immobili presenti sul territorio fasanese. L’amianto, infatti, è ritenuto tanto più pericoloso per la salute umana e per l’ambiente quanto più è deteriorato. Per questo il Comune di Fasano ha deciso di emettere un nuovo bando pubblico per l’ammissione ai contributi destinati alla rimozione e allo smaltimento dei vecchi manufatti che contengono amianto
Via amianto dalle case coi contributi comunali
FASANO - L’obiettivo è quello di rimuovere quanto più amianto possibile dai manufatti e dagli immobili presenti sul territorio fasanese. L’amianto, infatti, è ritenuto tanto più pericoloso per la salute umana e per l’ambiente quanto più è deteriorato. Per questo il Comune di Fasano ha deciso di emettere un nuovo bando pubblico per l’ammissione ai contributi destinati alla rimozione e allo smaltimento dei vecchi manufatti che contengono amianto e che sono presenti nelle abitazioni o negli edifici di privati cittadini.

Più volte, in passato, il nucleo di polizia ecologica della Polizia municipale ha individuato, sparsi sul territorio e soprattutto lungo le strade di campagna, veri e propri cimiteri di amianto e di pannelli di eternit, determinando l’intervento, a spese delle casse comunali e quindi di tutti i cittadini, di ditte specializzate per la rimozione di amianto. «Ancora una possibilità per erogare ai cittadini il finanziamento che, come Comune, abbiamo ottenuto nell’ambito del bando sull’Ecotassa al quale partecipammo a suo tempo con il nostro progetto - afferma Giuseppe Angelini, assessore ad Ecologia e Ambiente -; va chiarito che al finanziamento ottenuto di 60mila euro, come Comune abbiamo aggiunto altri 18mila euro al plafond che, quindi, risulta complessivamente pari a 78mila euro. Il bando non ha una scadenza temporale entro la quale i cittadini interessati dovranno presentare domanda: saranno semplicemente accolte domande fino ad esauriento fondi. Pertanto, le domande che i cittadini presenteranno a Palazzo di Città verranno esaminate rigorosamente in ordine cronologico e, se valide, prese in considerazione con l’asse gnazione del contributo. I fondi dell’Ecotassa ottenuti dal Comune, ed il nostro contributo aggiuntivo - argomenta Angelini - sono uno strumento importante per la bonifica di immobili privati da manufatti in amianto; anche perché in questo modo scongiuriamo anche la cattiva abitudine, anzi l’inciviltà, di chi abbandona tali rifiuti per le strade delle nostre campagne, deturpandone la bellezza e pregiudicando la sanità dei luoghi. Peraltro, ricordo che ogni operazione di bonifica ha un costo notevole per le casse comunali; dunque - è l’appello di Angelini - che i cittadini approfittino dell’op - portunità che stiamo offrendo per fare un’azione buona per se stessi e per il bene del nostro territorio».

I cittadini che potranno presentare domanda per essere ammessi al contributo dovranno compilare un apposito modulo scaricabile dal sito internet www.comune.fasano.br.it o reperibile negli uffici del comando di Polizia municipale, in viale Romita. I cittadini richiedenti il contributo dovranno allegare all’istanza anche la copia del preventivo di spesa dei lavori da effettuarsi. Gli interventi che verranno ammessi al contributo dovranno essere completati entro due mesi dalla data di comunicazione di ammissione al contributo stesso. [Giannicola D’Amico]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400