Cerca

Federico II torna per il Palio nella sua Oria

ORIA (BRINDISI) - Tutto è pronto. Oria torna ad indossare i panni della sua storia antica e glorioso offrendo ai turisti di tutta la Puglia il grande evento dell’estate. Sabato e domenica, la città si trasforma in un borgo medievale grazie ai vessili dei quattro rioni che già da giorni adornano le principali strade. E all’ombra del castello, atleti e cavalieri «affilano» le armi per la contesa cavalleresca al termine della quale sarà assegnato l’ambito Palio
Federico II torna per il Palio nella sua Oria
ORIA (BRINDISI) - Tutto è pronto. Oria torna ad indossare i panni della sua storia antica e glorioso offrendo ai turisti di tutta la Puglia il grande evento dell’estate. Sabato e domenica, la città si trasforma in un borgo medievale grazie ai vessili dei quattro rioni che già da giorni adornano le principali strade. E all’ombra del castello, atleti e cavalieri «affilano» le armi per la contesa cavalleresca al termine della quale sarà assegnato l’ambito Palio.

Le manifestazioni federiciane avranno inizio venerdì sera: prima con la benedizione del palio e poi con l’ante prima Torneo intorno alle 23: quando in piazza Manfredi saranno presentate le ultime novità legate alla rievocazione storica ma sarà presentato anche l’attore Lorenzo Flaherty, che torna ad indossare i panni di Federico II come aveva già fatto agli inizi della sua carriera. Nel corso della serata, previsto anche il concorso per scegliere la capodama della Corte Imperiale tra le ragazze più belle della cittadina e dei paesi limitrofi che si sono iscritte al concorso.

Poi, sabato, l’imponente Corteo Storico con oltre settecento figuranti tra nobili e dame, cavalieri, sbandieratori, armati, crociati, giullari, dotti e uomini di corte. Il Corteo, come di consueto, si concluderà nella piazza principale con la presentazione del palio: offerto quest’anno dalla città di Lucera.
«È il momento più suggestivo della rievocazione - afferma il presidente della Pro Loco, l’avvocato Giovanni Pomarico -. Tutto il Corteo arriverà in piazza dando vita ad una bellissima coreografia e ad uno spettacolo di luci e sensazioni davvero unico».

Domenica, infine, l’atteso Torneamento tra i quattro rioni: Castello, Judea, Lama e Santo Basilio. Saranno prima i cavalieri - coordinati dal costumento e maestro d’armi Lucio Epifani - a cimentarsi in alcune prove medievali: ma si tratta di prove a cavallo non valide per l’assegnazione del palio ma importanti per riscaldare i contradaioli sugli spalti. Saranno poi gli atleti a cimentarsi nelle gare utili per fare punteggio e cercare di conquistare l’«ambito palio». A coordinare la rievocazione sarà Antonio Carone mentre gli aspetti logistici e organizativi sono curati dal consigliere comunale Emilio Pinto. Fondamentale l’apporto anche del testoriere Mario Zecca e di Cosimimo Gimson Patisso e il vice presidente Andrea Almiento per l’org anizzazione generale.

«Un gruppo di lavoro formato anche da tanti altri amici e dai quattro rioni - afferma sempre Pomarico - che è sempre basato sul volontariato. Solo con grandi sacrifici, anche personali, questo gruppo riesce a mantenere una tradizione importante non solo per Oria ma per l’intera regione che ha nei castelli fridericiani e nella sua storia medievale uno dei suoi punti di forza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400