Cerca

Diplomi facili a Brindisi 11 assolti: non c'è reato

BRINDISI – Sono stati tutti assolti dal gup del tribunale di Brindisi Valerio Fracassi, con la formula «perchè il fatto non sussiste», gli 11 imputati nel processo con rito abbreviato su un presunto giro di diplomi «facili» conseguiti in scuole private dietro corrispettivo in denaro. Per tutti il pm aveva chiesto la condanna (da 2 a 6 anni).  In attesa dell’udienza preliminare altre nove persone coinvolte nell’inchiesta, che avevano preferito il percorso processuale ordinario
Diplomi facili a Brindisi 11 assolti: non c'è reato
BRINDISI – Sono stati tutti assolti dal gup del tribunale di Brindisi Valerio Fracassi, con la formula «perchè il fatto non sussiste», gli 11 imputati nel processo con rito abbreviato su un presunto giro di diplomi «facili» conseguiti in scuole private dietro corrispettivo in denaro.

Gli 11 imputati avevano chiesto di essere giudicati allo stato degli atti: nell’elenco c'erano il presunto «capo» del sistema, Marco Macchitella, imprenditore salentino titolare di una scuola paritaria, e altre dieci persone. Il pm Raffaele Casto aveva chiesto la condanna per tutti, con pene variabili da due a sei anni.

Sono invece in attesa che si celebri l’udienza preliminare altre nove persone coinvolte nell’inchiesta, che avevano preferito il percorso processuale ordinario. A tutti gli imputati erano contestati l’associazione per delinquere e i reati di abuso di ufficio, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e falsa dichiarazione sostitutiva di certificazione.

Secondo l’accusa, venivano reclutati maturandi nei comuni della provincia di Brindisi che frequentavano scuole paritarie e veniva garantito loro, dietro corrispettivo in danaro, di superare gli esami di maturità senza difficoltà. Le indagini furono svolte con l’ausilio di microspie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400