Cerca

Latiano, «Salviamo la casa di Bartolo Longo», Al Bano e la Regione con i cittadini Leggi il documento della Regione

LATIANO - «Salviamo la casa natale di Bartolo Longo», il beato fondatore della basilica di Pompei. Con questo obiettivo lunedì prossimo i cittadini di Latiano costituiranno con atto notarile, un Comitato per la raccolta simbolica di fondi necessari ad aiutare il Comune ad acquistare il palazzo Bartolo Longo messo in vendita dai proprietari
Latiano, «Salviamo la casa di Bartolo Longo», Al Bano e la Regione con i cittadini Leggi il documento della Regione
LATIANO - «Salviamo la casa natale di Bartolo Longo», il beato fondatore della basilica di Pompei. Con questo obiettivo lunedì prossimo i cittadini di Latiano costituiranno con atto notarile, un Comitato per la raccolta simbolica di fondi necessari ad aiutare il Comune ad acquistare il palazzo Bartolo Longo messo in vendita dai proprietari.

L’idea della mobilitazione è stata lanciata dallo stesso Al Bano Carrisi che nei giorni scorsi ha partecipato ad un convegno sul tema «Latiano, città turistica», organizzato dall’associazione l’«Isola che non c’è», insieme all’assessore regionale al Turismo, Silvia Godelli, il direttore generale di Puglia Promozione, al direttore generale di Aeroporti di Puglia, Marco Franchini, al vice presidente di Federalberghi-Puglia, Pierangelo Argentieri (presidente del premio), al sindaco di Latiano, Antonio De Giorgi; il padre priore del santuario di Cotrino, don Antonio Semerano; il vice presidente di Apulia Film Commission, De Luca.

Domani, lunedì (alle 18) nella sala Flora del palazzo Imperiali, su iniziativa dell'"Isola che non c'è", interverranno alla costituzione del Comitato, oltre al maestro Al Bano, il notaio Michele Errico, il direttore d’orchestra Alterisio Paoletti (devoto del Beato al quale Al Bano chiederà di accettare la presidenza del Comitato); il presidente di Federalberghi, Pierangelo Argentieri; il direttore generale della Banca di Credito Cooperativo di San Marzano, Emanuele Di Palma (che metterà a disposizione gratuitamente i servizi del suo Istituto di credito); il segretario generale della Uil Puglia, Aldo Pugliese; il sindaco di Latiano De Giorgi. Il sindaco di Cisternino, Donato Baccaro ha annunciato l'adesione ufficiale del suo Comune a questa iniziativa per la raccolta di fondi e la presenza domani a Latiano del vice sindaco della città.

Saranno presenti anche i consiglieri comunali: Giovanni Bruno, Antonio Gioiello, Gabriele Argentieri, Mauro Vitale, Angelo Caforio, Cosimo Rubino, Pasquale Caliolo, Roberto Forleo, Daniele Pascariello e Antonio Delli Fiori. Eppoi il presidente dell’associazione «Circolo Cattolico Bartolo Longo», Vincenzo Pizzi; il tour operator Giampiero Urso, il presidente dell’Associazione l’«Isola che non c’è», Tiziano Fattizzo; ma anche imprenditori: Crocifisso Deserto, Antonio Locorotondo, Marcello Caforio, Pietro Donativo, Antonio Donativo, Franco Fasano; l'artista e scultore Carmelo Conte; ex amministratori: Palmiro De Nitto, Ada Spina e Oronzo D'Angela, Giuseppe Caforio.

L’obiettivo - spiega Al Bano Carrisi - è quello di coinvolgere i cittadini di Latiano, della Regione, ma anche tutti gli italiani sull’importanza di questa figura che deve restare patrimonio dell’intero Paese, a partire dalla tutela della casa natale del beato». Al Bano per il momento non vuole aggiungere altro in merito ad un’altra iniziativa che potrebbe essere realizzata proprio sulla straordinaria vita di Bartolo Longo che da ex satanista è diventato Beato e presto santo.

A favore dell’iniziativa interviene anche il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna il quale dichiara: «La casa di Bartolo Longo é un pezzo di storia. Smarrendola saremmo tutti più poveri. Il consiglio regionale é al fianco di quanti si battono per una causa giusta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400