Cerca

Latiano, terra di santi e di conventi ora scommette sul turismo

LATIANO - Latiano, terra di santi e di conventi, ora vuole tentare la strada del turismo religioso. Il punto di partenza di questo progetto, ambizioso e difficile nello stesso tempo, è rappresentato da due elementi importanti. Il primo è legato alla figura straordinaria del Beato Bartolo Longo, latianese, fondatore della basilica di Pompei. Nel corso dell'iniziativa verrà consegnato il «Premio Torre del Solise» ad una personalità che si è distinta nella promozione della Puglia e di Latiano
Latiano, terra di santi e di conventi ora scommette sul turismo

LATIANO - Latiano, terra di santi e di conventi, ora vuole tentare la strada del turismo religioso. Il punto di partenza di questo progetto, ambizioso e difficile nello stesso tempo, è rappresentato da due elementi importanti. Il primo è legato alla figura straordinaria del Beato Bartolo Longo, latianese, fondatore della basilica di Pompei. A Latiano oltre alla casa natale di Bartolo Longo (che il Comune forse cercherà di salvare dopo che i proprietari l’hanno messa in vendita), c’è anche il santuario dedicato alla madonna di Cotrino, un bellissimo convento dei monaci Cistercensi che potrebbe diventare meta di pellegrini e turisti.

latiano

In tutti questi anni, nè Bartolo Longo, nè il santuario di Cotrino sono stati «sfruttati» adeguatamente a vantaggio del territorio. Ecco allora l’idea dell’associazione culturale l’«Isola che non c’è» che venerdì prossimo nella sala Flora del palazzo Imperiali tenterà di mettere intorno ad un tavolo i massimi rappresentanti delle istituzioni regionali che si occupano di turismo e di promozione del territorio.

Oltre all’assessore regionale al Turismo, Silvia Godelli, parteciperanno all’incontro: il direttore generale di Aeroporti di Puglia, Marco Franchini; il direttore generale di Puglia-Promozione, Giancarlo Piccirillo; il presidente di Federalberghi Brindisi, Pierangelo Argentieri; il vice presidente di Apulia Film Commission, Luigi De Luca; il padre priore del santuario di Cotrino, don Antonio Semerano; il sindaco di Latiano, Antonio De Giorgi e il presidente dell’associazione Tiziano Fattizzo. Moderatore dell’incontro, il giornalista della Gazzetta Franco Giuliano.

Obiettivo del convegno è quello di iniziare un percorso che inserisca Latiano, grazie alla presenza del santuario di Cotrino e alla figura di Bartolo Longo, in un circuito turistico religioso. Un progetto ambizioso e difficile. Ma tentare si deve.
--------
Nel corso dell'iniziativa verrà consegnato il «Premio Torre del Solise» ad una personalità che si è distinta nella promozione della Puglia e di Latiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400