Cerca

Scoppia bombola gpl grosso incendio nella z.i. di Brindisi

BRINDISI – E' stato spento l’incendio divampato stamani, a quanto pare per cause accidentali, all’interno dell’autodemolizioni 'Cannonè di via Nobel, nella zona industriale di Brindisi ed esteso anche alla vicina azienda Bri Ecologica, che si occupa di bonifiche ambientali. Un operaio, intervenuto subito dopo l’esplosione di una bombola gpl si è lievemente ustionato alle mani e alle braccia nel tentativo di arginare le fiamme
Scoppia bombola gpl grosso incendio nella z.i. di Brindisi
BRINDISI – Un incendio si è sviluppato nella zona industriale di Brindisi dove una grossa quantità di fumo nero sta fuoriuscendo da due stabilimenti vicini che si trovano in via Nobel. Non vi sarebbero persone ferite. Stando alle prime ricostruzioni una bombola di gas sarebbe esplosa all’interno del deposito della ditta Cannone, che si occupa di autodemolizioni, e il fuoco si è poi propagato nello stabilimento Bri Ecologica, che invece è impegnato nelle bonifiche ambientali. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco e la polizia; pronte anche due ambulanze a scopo precauzionale.

OREA 15:30 - SPENTO L'INCENDIO

E' stato spento l’incendio divampato stamani, a quanto pare per cause accidentali, all’interno dell’autodemolizioni 'Cannonè di via Nobel, nella zona industriale di Brindisi ed esteso anche alla vicina azienda Bri Ecologica, che si occupa di bonifiche ambientali. Un operaio, intervenuto subito dopo l’esplosione di una bombola gpl si è lievemente ustionato alle mani e alle braccia nel tentativo di arginare le fiamme.

Sono stati interessati dal rogo alcuni pannelli fotovoltaici che alimentano lo stabilimento Bri Ecologica, pneumatici ed alcuni mezzi meccanici. Nonostante la quantità di fumo nero sprigionatosi nelle prime ore del mattino non sono state riscontrate al momento emergenze ambientali.

Sulle cause del rogo i poliziotti della sezione Volanti e della Digos di Brindisi hanno acquisito diverse testimonianze: sembrerebbe non riconducibile in alcun modo a comportamenti dolosi lo scoppio della bombola che ha generato l’incendio. Ad ogni modo il sostituto procuratore di turno Marco D’Agostino ha dato incarico all’ing. Carlo Federico, comandante dei vigili del fuoco di Brindisi, in qualità di consulente, di effettuare un accertamento dei fatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400