Mercoledì 15 Agosto 2018 | 03:02

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

In alcune zone

Fasano, allarme alga tossica
il sindaco vieta la balneazione 

Diversi bagnanti costretti a ricorrere alle cure mediche

Allarme alga tossica, il sindaco vieta la balneazione in alcune zone

GIANNICOLA D’AMICO

FASANO - Alga tossica: gli ultimi rilevi dell’Arpa Puglia hanno sancito il bollino rosso per due zone della litoranea fasanese nelle acque antistanti il Faro di Torre Canne e nella zona di Forcatella. Il tutto è confermato anche dalle svariate decine di casi di turisti e vacanzieri che presentano sintomi riconducibili alla alga tossica. Se non è allarme, dunque, ci manca poco. Intanto il sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, nella tarda mattinata di ieri ha emesso una ordinanza con la quale ha ordinato con effetto immediato il “divieto di balneazione e prelievo di acqua di mare per qualsiasi uso lungo i seguenti tratti del litorale in località “Torre Canne” (antistante il faro), e in località “La Forcatella” (prima della casa bianca), comprendendo tutto il litorale che va da Forcatella alla zona sud di Torre Canne. Il 16 luglio scorso l’Arpa Puglia ha comunicato al Comune di Fasano il superamento del limite massimo di alga tossica nelle acque di Torre Canne. Nel frattempo tantissima gente che è andata a mare, da qualche giorno presenta i classici sintomi riconducibili alla Ostreopsis ovata, ovvero congiuntivite, mal di gola e febbre. A quanto pare solo nella farmacia di Torre Canne sarebbero state svariate decine le persone che si sono recate solo nella giornata di martedì accusando tali sintomi. E casi simili si sono registrati anche nei giorni precedenti.

Dall’altro ieri, inoltre, i centralini della Polizia municipale sono stati presi d’assalto da turisti e vacanzieri che segnalano simili problematiche. E della questione pare se ne stiano interessando anche i Carabinieri che stanno compiendo una serie di accertamenti. La situazione sembra essersi complicata negli ultimi giorni anche a cause del forte vento e delle mareggiate, che hanno prodotto una sorta di aerosol contenente una tossina che può provocare riniti, faringite e irritazioni. L’alga tossica è impossibile da vedere, è grande solo pochi micron. Gli effetti dell’alga si fanno sentire soprattutto sui soggetti più fragili, come i bambini. Il rischio per chi viene a contatto con l’ostreopsis è di incorrere in riniti, faringiti, laringiti, bronchiti, febbre, dermatiti, congiuntiviti. Il pericolo aumenta dopo le mareggiate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Fotografa il lato B di tre ragazzine in un centro commerciale, denunciato

Fotografa il lato B di tre ragazzine in un centro commerciale, denunciato

 
Cocaina

Nascondeva la cocaina nella cappa della cucina: un uomo è ai domiciliari

 
Latiano, marocchino violento ignora i divieti e semina danni e paura: in carcere

Latiano, marocchino violento ignora i divieti e semina danni e paura: in carcere

 
Tuturano, scoperto il libro mastrodelle «consegne»: in cella pusher

Tuturano, scoperto il libro mastro
delle «consegne»: in cella pusher

 
Brindisi, la città diventa come la foresta amazzonica

Brindisi, la città diventa come la foresta amazzonica

 
Brindisi, sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

Brindisi, sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

 
Brindisi, volo Ryanair da incubo: arriva l'interrogazione parlamentare

Brindisi, volo Ryanair da incubo: arriva l'interrogazione parlamentare

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 16 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS