Martedì 14 Agosto 2018 | 21:19

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

tragedia sfiorata

Ipovedente cade in mare
nel porto salvato dal suo cane

ieri mattina sul lungomare

Ipovedente cade in marenel porto salvato dal suo cane

di Pierluigi Potì

Tragedia sfiorata ieri mattina sul lungomare Regina Margherita. Protagonista, suo malgrado, un ipovedente caduto nelle acque del porto e salvato in extremis dal suo cane e da due vigili urbani che si trovavano nelle immediate vicinanze nell’ambito del servizio di prevenzione e controllo legato all’arrivo della nave crociera. Tutto è accaduto nel breve volgere di pochi secondi.

L’uomo era intento a passeggiare lungo la banchina del porto interno assieme al suo fedelissimo cane-guida. Ad un certo punto, l’animale, attratto forse da qualcosa che si muoveva nell’acqua, si è diretto, scattando, verso l’estremità della banchina stessa e involontariamente ha trascinato il suo padrone, facendolo inciampare e cadere in mare.

Fortuna ha voluto che il cane sia riuscito con uno sforzo immane a rimanere sulla terraferma e che la sua imbragatura abbia tenuto a galla l’uomo, il quale, da par suo, non si è fatto prendere dal panico in attesa che qualcuno intervenisse a soccorrerlo. E così è stato: a poche decine di metri, infatti, erano presenti due agenti della Polizia Locale, in servizio sul lungomare nell’ambito di un’attività di prevenzione e contrasto all’abusivismo del commercio ambulante in vista dell’attracco della nave crociera. I due vigili, accortisi di quanto stava accadendo, si sono precipitati a soccorrere l’uomo: hanno, quindi, afferrato e tirato la corda dell’imbragatura del cane, trascinando il malcapitato verso la banchina per poi sollevarlo e metterlo in salvo. Infreddolito e impaurito, è stato poi riscaldato con indumenti di fortuna, sino a quando si è finalmente ripreso del tutto.

La spiacevole disavventura, dunque, ha avuto un lieto fine per l’individuo ipovedente, un po’ meno per uno dei due agenti intervenuti in soccorso: per tirare sulla terraferma l’uomo, infatti, il vigile si è piegato e il cellulare che aveva in tasca è caduto in mare, finendo nei fondali del porto.

Non è comunque la prima volta che qualcuno cade in acqua sul lungomare: qualche anno fa, stessa sorte capitò ad un diversamente abile e anche in quell’occasione il malcapitato ne uscì illeso, ma perse la sua sedia a rotelle, il cui meccanismo elettrico risultò irrimediabilmente danneggiato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Fotografa il lato B di tre ragazzine in un centro commerciale, denunciato

Fotografa il lato B di tre ragazzine in un centro commerciale, denunciato

 
Cocaina

Nascondeva la cocaina nella cappa della cucina: un uomo è ai domiciliari

 
Latiano, marocchino violento ignora i divieti e semina danni e paura: in carcere

Latiano, marocchino violento ignora i divieti e semina danni e paura: in carcere

 
Tuturano, scoperto il libro mastrodelle «consegne»: in cella pusher

Tuturano, scoperto il libro mastro
delle «consegne»: in cella pusher

 
Brindisi, la città diventa come la foresta amazzonica

Brindisi, la città diventa come la foresta amazzonica

 
Brindisi, sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

Brindisi, sequestrate 22 tonnellate di pellet spacciato per made in Italy

 
Brindisi, volo Ryanair da incubo: arriva l'interrogazione parlamentare

Brindisi, volo Ryanair da incubo: arriva l'interrogazione parlamentare

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS