Cerca

Giovedì 24 Maggio 2018 | 19:42

Vandalismo

Andria, imbrattano con feci
la Biblioteca diocesana

Andria, imbrattano con fecila Biblioteca diocesana

MARILENA PASTORE

ANDRIAUna brutta sorpresa ha accolto Silvana Campanile e Tonia Del Mastro, le responsabili della biblioteca diocesana “S. Tommaso D’Aquino” ad Andria, al momento della chiusura della biblioteca stessa. la bellezzaE’ accaduto venerdì 5 gennaio scorso. Ci troviamo a ridosso del seminario, accanto all’antica chiesa del Carmine. Un posto bello, la biblioteca, in un posto che invece a sembra dimenticato da tutti. Un grave atto di inciviltà ad opera di poco più che bambini. «La biblioteca diocesana da anni accoglie chiunque, è una porta aperta in un posto che sembra talora dimenticato, ma se ne ricordano bene i tanti bambini, ragazzi e adulti che la frequentano. Alcuni c’erano già stati in una biblioteca, altri no e hanno scoperto un luogo amico. Tutti possono entrare.

La biblioteca racconta storie, storie belle, con belle illustrazioni che rinfrancano lo spirito, quelle degli albi illustrati e quelle delle miniature dei codici liturgici, che sono lì per tutti, non come in un museo, ma come a casa, nella “casa dei libri” che è anche un po’ la casa delle persone che la frequentano. Ecco, come sanno i bambini che l’hanno visitata, al primo incontro con le bibliotecarie si sentono dire che la biblioteca è un luogo che ci insegna a stare insieme, a vivere in comunità, rispettandosi a vicenda, avendo cura delle cose comuni (come per la scuola, le strade della città,…)e per questo godendo e custodendo bellezza, “cose belle”. Il vivere civile insomma. E la bellezza appartiene a tutti, è per tutti, salva il mondo, le persone, le rende più pienamente umane».

In una nota congiunta le bibliotecarie e don Mimmo Basile, direttore della biblioteca diocesana ricostruiscono e biasimano quanto accaduto. «Erano poco più che bambini e bambine quelli che questa sera (venerdì sera n.d.r.) hanno imbrattato l’ingresso della biblioteca con feci, di questo si tratta (e il di più non lo mostriamo in foto). Ne avevano a disposizione tanta, in verità. Guardando dalla punta della strada di Largo Seminario se ne scorge quasi un tappeto. È un luogo bello questo: una strada senza traffico, dalla quale si ammira un incantevole panorama, anche l’arcobaleno dopo la pioggia, con le panchine sulle quali ci si può sedere, chiacchierare, persino leggere un libro tranquilli o solo pensare.

Davanti i tre campanili, alle spalle il complesso conventuale e la Chiesa del Carmine (trascurando lo sfregio delle bombolette spray sulle nobili pietre). Ce ne dispiace. Per quei ragazzi che per lanciarla hanno dovuto starle ad una distanza ravvicinatissima e invece meritano di più».

«Non è la denuncia del degrado dei luoghi come altre volte: una strada che appare una zona franca per gesti di inciviltà lontano da sguardi indiscreti e impuniti. Questa volta scriviamo perché siamo tristi, ci rattrista il degrado umano. Un gesto gratuito e privo di significato. Avrebbero potuto suonare e sarebbe stato più bello, ma loro non lo sanno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

barletta

A Barletta gettano bici sulle auto dal sottovia, tragedia sfiorata l’altra sera

 
Andria voragine nella pavimentazione

Andria sprofonda pavimento nel centro storico per le forti piogge

 
Barletta, picchia una donnaper rapinarle il cellulare

Barletta, picchia una donna
per rapinarle il cellulare

 
Un sequestro di giocattoli contraffatti

Giocattoli contraffatti, pericolo per i bambini

 
Andria, minaccia imprenditoreper estorcere denaro: in cella

Andria, minaccia imprenditore
per estorcere denaro: in cella

 
Travolto da auto a Canosaresta a terra per 29 minuti

Travolto da auto a Canosa, resta a terra per 29 minuti 

 
Barletta, spaccio di cocainain manette tre persone

Barletta, spaccio di cocaina
in manette tre persone

 
Per lo sviluppo sostenibile dell'area Bat, accordo Confindustria-sindacati

Per lo sviluppo sostenibile dell'area Bat, accordo Confindustria-sindacati

 

MEDIAGALLERY

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

 
Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

 
Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 

LAGAZZETTA.TV

Sport TV
Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 18

Ansatg delle ore 18

 
Mondo TV
Facebook non paga lo scandalo Analytica, aumentano utenti

Facebook non paga lo scandalo Analytica, aumentano utenti

 
Meteo TV
Previsioni meteo del weekend

Previsioni meteo del weekend

 
Economia TV
Eurispes: da lavoro sommerso 300 mld annui'anno

Eurispes: da lavoro sommerso 300 mld annui'anno

 
Italia TV
Giornalista ANSA: "Tir sui binari centrato dal treno"

Giornalista ANSA: "Tir sui binari centrato dal treno"

 
Spettacolo TV
I sogni che nascono in Armenia

I sogni che nascono in Armenia

 
Calcio TV
Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro

Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro