Cerca

Venerdì 19 Gennaio 2018 | 10:46

In manette dopo aver rubato 65 pneumatici del valore di 50mila euro

Furti ai tir nel Nord Italia
sgominata banda di andriesi

Furti ai tir nel Nord Italia  sgominata banda di andriesi

ANDRIA - La polizia di Bologna ha arrestato in flagranza di reato dieci persone di origine pugliese nell’area di servizio «Secchia Ovest» per il furto di pneumatici ai danni di un autotrasportatore. In manette sono finiti il 53enne Michele Di Stefano, il 53enne Francesco Cannone, il 38enne Antonio Pastore, il 65enne Antonio Albano, il 33enne Pasquale Caporale, il 43enne Cosimo Fucci, il 63enne Nicola Lopetuso, il 43enne Savino Di Bari, tutti andriesi. Stessa sorte per il 37enne Salvatore Dibisceglia di Cerignola. Fermato e arrestato nei pressi di Ancona, anche il 26enne andriese Nunzio Zinfollino (di origine tranese), conducente del camion sul quale era stata caricata la refurtiva.

L’operazione, denominata «Evergreen», è stata eseguita dagli uomini della polizia giudiziaria del compartimento di polizia stradale dell’Emilia Romagna, coadiuvati da personale della stradale di Modena Nord e della stradale di Parma, intervenuti a seguito del furto aggravato commesso all’interno dell’area di servizio Nure Nord dell’A21, ai danni di un autotrasportatore, fermo per la notte, a cui sono stati sottratti 65 pneumatici per autocarri per un valore di oltre 50mila euro.

L’indagine è stata avviata in seguito a un furto dello scorso ottobre presso l’area di servizio Sillaro Ovest: il gruppo, per evitare di essere individuato, non soggiornava mai in strutture alberghiere, preferendo sobbarcarsi il viaggio di andata e ritorno tra Andria e le province di Bologna, Alessandria, Pavia e Piacenza, dove imperversavano almeno da due mesi. I malviventi, in poco meno di tre ore, sono riusciti a sottrarre 65 pneumatici, senza che l’autista si accorgesse di nulla. Ultimato il furto e recuperati i «pali», i malviventi si sono diretti verso Sud immettendosi nell’A1. L’operazione della polizia è scattata nella zona di Modena, dove una prima macchina, sulla quale viaggiavano cinque malviventi, è stata fatta entrare nell’area di servizio Secchia Ovest. Gli occupanti sono stati immediatamente ammanettati e condotti nella vicina sottosezione, mentre una seconda macchina è stata costretta a fermarsi all’interno dell’area di parcheggio Castelfranco e, anche qui, i quattro occupanti sono stati immediatamente neutralizzati e ammanettati, per poi essere a loro volta condotti presso la caserma di Modena Nord.

Individuato anche un autocarro, pedinato a distanza: l’autista ha proseguito la marcia fino a un’area di servizio di Ancona, dove si è fermato per riposare, ma i poliziotti di Bologna, coadiuvati dai colleghi del compartimento di Ancona, sono intervenuti arrestandolo e recuperando la refurtiva.

Aldo Losito

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione