Cerca

Domenica 18 Febbraio 2018 | 00:38

andria

«Manca il riscaldamento»
orario ridotto al Nuzzi

Il preside Filannino scrive una lettera di protesta alla Provincia

«Manca il riscaldamento» orario ridotto al Nuzzi

MARILENA PASTORE

ANDRIA - Lo avevano presagito già dal mese di settembre: quando hanno manifestato davanti al palazzo della provincia Bat i docenti del liceo scientifico avevano già messo in conto che i problemi sarebbero sorti con l’arrivo dell’inverno. E così è stato.

La vicenda inconclusa del liceo “Nuzzi” torna a far parlare di sé: la nuova ala della scuola non è ancora terminata del tutto, il cantiere è fermo da più di un anno e di tutte le nuove aule già pronte solo alcune furono consegnate alla scuola ma con un problema: non hanno gli allacci necessari. E fin dall’estate scorsa i docenti avevano chiesto di intervenire con tempestività per risolvere questa urgenza. Mesi passati a chiedere spiegazioni, fare cortei di protesta, scrive persino al presidente della Repubblica. Sembrava che qualcosa si stesse muovendo e invece nulla.

Ieri il dirigente scolastico Michelangelo Filannino ha fatto sapere che l’orario scolastico subirà una riduzione: niente ultima ora al “Riccardo Nuzzi” per le otto classi che occupano le rispettive otto aule del nuovo edificio ancora prive di riscaldamento. Con una nota indirizzata al presidente della provincia Bat e sindaco della città di Andria, al prefetto, al provveditore agli studi di Bari e al dirigente provinciale l’ing. Maggio, il dirigente del liceo scientifico ha reso nota la decisione di riduzione dell’orario scolastico. «Nella giornata odierna (ieri per chi legge n.d.r.) otto classi posizionate nelle otto aule del nuovo edificio hanno subito una riduzione del proprio orario didattico non svolgendo l’ultima ora di lezione. Questa decisione è stata presa perché, come ben noto, in tali aule i riscaldamenti non sono funzionanti poiché ancora manca l’allaccio della rete del gas».

Nella stessa nota il dirigente aggiorna circa la situazione del liceo: «Pur avendo appreso che in data 23 novembre 2017 è stato approvato il preventivo e la liquidazione della spesa per allaccio gas con la determina dirigenziale n. 1309 del 23 novembre 2017 del settore edilizia, manutenzione impianti termici della provincia BAT, al momento dopo venti giorni nessun lavoro è stato eseguito dalla ditta Enel energia per allaccio gas al nostro nuovo istituto sito in via Mozart. Tale ritardo non giustificato – denuncia per l’ennesima volta Filannino - lede il diritto allo studio dei nostri studenti ed espone gli stessi a notevoli disagi derivanti dal fatto che sono costretti a svolgere la propria didattica in aule fredde. Se le condizioni climatiche non permetteranno un regolare svolgimento delle lezioni in queste aule - avverte il dirigente -, saremo costretti nei prossimi giorni a ridurre ulteriormente l’orario di lezione curriculare con pesanti ricadute negative per la formazione culturale dei nostri studenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione