Cerca

Lunedì 11 Dicembre 2017 | 18:24

a marzo attentato a barletta

Fece esplodere bancomat
identificato e arrestato

Assaltati tre bancomat  nella provincia di Bari

foto d'archivio

SPINAZZOLA (BARLETTA ANDRIA TRANI) - E' ritenuto responsabile, insieme ad alcuni complici, di un attentato dinamitardo ai danni di una filiale del Banco di Napoli, alla periferia di Barletta, compiuto il 23 marzo scorso. Per questo motivo, su ordinanza di custodia cautelare in carcere, agenti del commissariato di polizia di Barletta hanno arrestato a Spinazzola, nell’area murgiana a nord di Bari, hanno arrestato un 42enne con precedenti penali, Michele Garramone. L'uomo è ritenuto responsabile, in concorso con ignoti, dei reati di furto aggravato, detenzione di materiale esplosivo e danneggiamento.

Dalle indagini, compiute dai poliziotti dei commissariati di Barletta e Andria, è emerso che la tecnica utilizzata dai malfattori consisteva nell’inserire nella feritoia del bancomat un ferro con manico a 'T', della lunghezza di circa 55 centimetri, su cui veniva posizionata una carica esplosiva, innescata da una miccia a lenta combustione. In questo modo, la deflagrazione causava l’apertura dello sportello bancomat.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione