Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 00:18

minervino

«Tufarelle», prosegue
la mobilitazione
martedì un’assemblea

«Tufarelle», prosegue la mobilitazione martedì un’assemblea

di ROSALBA MATARRESE

MINERVINO - Impianto della Bleu a Tufarelle, non si ferma l’impegno del comitato cittadino “Minervino Sana” per evitare la realizzazione dell’impianto di rifiuti speciali nel territorio di Minervino. Una delegazione del comitato ha incontrato la sindaca, Lalla Mancini e alcuni componenti dell’amministrazione comunale per fare il punto della situazione sulle iniziative che il Comune sta portando avanti contro la realizzazione dell’impianto. Nel corso dell’incontro, si è pure deciso di convocare un’assemblea aperta a tutti, con l’assessore regionale all’ambiente Filippo Caracciolo per conoscere quali siano gli orientamenti della Regione in merito a quello che il comitato ritiene un «vero e proprio pericolo ambientale per il territorio».

«Sappiamo come è di fondamentale importanza il ruolo della Regione – afferma Pina Liuni per il Comitato Minervino Sana - sia perché è stata investita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’individuare una soluzione conciliativa, sia perché alla Regione compete la complessa materia delle pianificazioni sulla gestione del ciclo dei rifiuti. L’incontro è fissato per martedì 17 ottobre alle 19 a Palazzo di città e sarà certamente una occasione per far conoscere ai cittadini l’esito degli incontri che si sono svolti in Regione».

Conclusione del Comitato: «“Minervino Sana” invita tutti i cittadini ad essere presenti in Comune martedì prossimo sia per dimostrare la propria sensibilità alla questione e per aver maggiore contezza di quello che sta succedendo. Allo stesso tempo il Comitato invita tutta la cittadinanza a prendere parte alle prossime iniziative che si porteranno avanti, e di cui daremo informazione a partire dalla nostra pagina Facebook ufficiale “Minervino Sana”. Sollecitiamo quanti hanno a cuore tale sensibilità ambientale ad unirsi insieme per questa battaglia civica in difesa del nostro territorio”. Tra le ultime novità, va detto che il Comune di Minervino ha presentato il ricorso al Tar Puglia per bloccare l’iter dell’impianto e, al contempo, fatto richiesta alla Soprintendenza archeologica per i beni culturali di valutare l’area dal punto di vista ambientale e paesaggistico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione