Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 11:41

l'evento

Disfida di Barletta
chiusura in grande stile

Concluse le manifestazioni «sognando» il ritorno del Certame

giuseppe dimiccoli

barlettaApplausi e volti felici. Partecipazione e coinvolgimento. Questi i punti cardinali lungo i quali si è svolta l’ultima giornata di eventi de La Disfida di Barletta edizione 2017.

Una serie di eventi, è bene specificarlo, che hanno avuto il merito di far rivivere ai barlettani ed ai tanti turisti giunti in città le emozioni dello scontro avvenuto il 13 Febbraio del 1503. Certo sarebbe stato possibile fare tanto altro tuttavia è innegabile che lo sforzo profuso alla luce di tutti i «contrattempi» e lungaggini varie è da apprezzare.

A questo punto, però, non ci possono essere alibi per il futuro. Gradimento è stato espresso dal numeroso pubblico presente per i protagonisti interpretati dagli attori Sebastiano Somma (Ettore Fieramosca), Gaetano Amato (Consalvo da Cordova), Morgana Forcella (Elvira da Cordova), Sara Ricci (narratrice), Francesco Delvecchio (Prospero Colonna), Luigi Di Schiena (Fabrizio Colonna), Mario Sculco (Guy de La Motte). A questi è doveroso aggiungere il grande ed encomiabile impegno dei tanti volontari che hanno partecipato al corteo.

La regia è stata firmata dal barlettano - autore anche dei testi - Francesco Gorgoglione. L’organizzazione della manifestazione è stata curata dalla Cooperativa Sette Rue, mentre la comunicazione gestita dall’agenzia pubblicitaria Lanotte Gmp di Barletta.

La giornata di ieri è stata caratterizzata dall’investitura, dal giuramento, dal Te Deum in Cattedrale e dal corteo trionfale. Insomma la più intensa del programma dell’annata 2017.

Intorno alle 19.30 da Porta Marina si è snodato il corteo per «Investitura e Giuramento» dei tredici cavalieri italiani. Suggestivo il percorso dal Castello con ali di folla a seguirlo. Indimenticabile il momento sul retro Cattedrale con il passaggio sotto il campanile e l’ingresso in Cattedrale.

Affascinante il «Te Deum» con i tredici cavalieri italiani che hanno ringraziato la Madonna dell’Assunta. Perfetti nell’esecuzione i componenti del Coro Polifonico “Il Gabbiano”. A completare il tutto il «Corteo storico trionfale». lungo le principali strade del centro.

A questo punto la Disafida 2017 va in archivio ma è bene che il sogno del combattimento si avveri. Altrimenti anche Ettore Fieramosca disconoscerà la sua Disfida.

[twitter@dimiccoli]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione