Martedì 21 Agosto 2018 | 20:19

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il delitto di Bisceglie

Omicidio Valente, droga
o movente «passionale»

Le ipotesi investigative all'indomani dell'omicidio di

Omicidio Valente, drogao movente «passionale»

GIANPAOLO BALSAMO

BISCEGLIE - Non un avvertimento. Doveva essere una vera e propria esecuzione. E, di fatto, si è concluso in un efferato omicidio. L’agguato teso lunedì mattina a Bisceglie nei confronti di Girolamo Valente di 57 anni e di sua moglie Caterina De Chirico, non lasciava infatti alcuna via di scampo.

I venti colpi di mitraglietta (18 esplosi e due inesplosi) skorpion sparati contro la Toyota «Aygo» sulla quale viaggiavano i due coniugi biscegliesi, dovevano uccidere. Forse per lavare una vecchia ruggine, per regolare conti in sospeso o per punire qualche ingerenza in affari illeciti. Sta di fatto che in certi ambienti, simili affronti si lavano solo col sangue. Ad avere la peggio è stato solo Girolamo Valente mentre la moglie, che era alla guida dell’auto, è stata colpita alle gambe ed al bacino. Ha avuto la forza di fermare l’auto ma, ferita, ha perso conoscenza qualche istante dopo. Trasferita d’urgenza presso l’ospedale «Bonomo» di Andria, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico ma non è in pericolo di vita.

All’indomani dell’omicidio del «Magnacc» (come era noto Girolamo Valente negli ambienti della criminalità locale) proseguono serrate le indagini dei carabinieri della Tenenza di Bisceglie e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Trani, coordinati dal sostituto procuratore Mirella Conticelli del Tribunale di Trani. Per il momento gli investigatori preferiscono non sbilanciarsi ma l’impressione è che l’uccisione di Girolamo Valente (coinvolto con il figlio Giulio, a febbraio 2010, nell'operazione «The Big family» che consentì ai carabinieri di sgominare un'organizzazione criminale dedita allo spaccio di stupefacenti nel comune di Bisceglie) sia da collegare ad un altro omicidio. Quello del 25enne biscegliese Matteo De Gennaro, freddato con un colpo di pistola sparato in faccia in piazza Diaz nei pressi della stazione ferroviaria di Bisceglie, nella notte dello scorso 10 giugno.

Ad unire i due gravi fatti di sangue, secondo gli investigatori, ci potrebbero essere motivi di gestione del mercato locale della droga ma, non è escluso, potrebbe sussistere anche una ipotesi «passionale». L'omicidio di lunedì scorso, pertanto, potrebbe essere stata una «risposta» all’agguato di giugno ma, in questo caso, spetterà agli investigatori risalire ai mandanti della barbara esecuzione consumata in un afoso lunedì di agosto sulla trafficata via Ruvo che collega numerose aziende artigianali vicino al centro di Bisceglie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Andria, nascondeva la droga nel mangime per polli, arrestato pusher

Andria, nascondeva la droga nel mangime per polli, arrestato pusher

 
Andria, Ufficio Prevenzione ancora per metà inagibile

Andria, Ufficio Prevenzione ancora per metà inagibile

 
Barletta

Barletta, lotta contro il tempo per recuperare un farmaco salvavita

 
Il «tira e molla» sulla crisi: si fa strada l'ipotesi Losappio

Il «tira e molla» sulla crisi: si fa strada l'ipotesi Losappio

 
Fermato per controllo, scaglia bici contro la volanteArrestato con droga negli slip e nel garage

Spacciatore scaglia bici contro Volante ; aveva droga negli slip

 
Anziano vaga sui binari mentre sta arrivando il treno: salvato in extremis

Anziano vaga sui binari mentre arriva il treno: salvato in extremis

 
Bisceglie-Matera, partita a rischioPrefetto: incontro a porte chiuse

Bisceglie-Matera, partita a rischio. Prefetto: incontro a porte chiuse

 
Scende in strada e spara in aria con una pistola clandestina: arrestato

Scende in strada e spara in aria con pistola modificata: arrestato

 

GDM.TV

Massafra, violento nubifragio si abbatte sul paese: strade allagate

Nubifragio su Massafra, strade allagate e caos VD
Raffineria Eni in tilt, fuoco e fumo

 
Bimba Giovinazzo, le parole del sindaco: «Si è svegliata. I medici le fanno la bua»

Bimba di Giovinazzo, le parole del sindaco: «E' sveglia. Bua dai dottori»

 
Foggia, a piazza Cavour l'abbraccio dei PoohIl video del concerto di Fogli e Facchinetti

Foggia, a piazza Cavour l'abbraccio di Fogli e Facchinetti VIDEO

 
Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra degrado e sporcizia

Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra topi e degrado

 
Ruba auto per consegna di farmaci, il proprietario lo scopre e lui lo trascina per 20mt con la macchina: arrestato

Ruba auto per consegna di farmaci e trascina il proprietario per 20mt: arrestato

 
Salento, 10 soccorsi per mare mossoUno motoscafo rischia di affondare

Salento, 10 soccorsi per mare mosso: un motoscafo rischia di affondare

 
Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: danze sull'acqua e luci multimediali

 

PHOTONEWS