Mercoledì 15 Agosto 2018 | 21:09

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

sicurezza

Canosa, auto fa strage
di cinghiali. Mezzo distrutto

cinghiali

CANOSA - Un insolito incidente stradale che avrebbe potuto avere conseguenze gravissime ma fortunatamente si è risolto con un grande spavento per gli occupanti e gravi all’auto su cui viaggiavano è avvenuto nella notte tra venerdi e sabato scorso sulla S.S. 93. Una coppia canosina in marcia da Canosa in direzione Barletta subito dopo aver superato lo svincolo della A 14 in un tratto in lieve discesa trovava la carreggiata occupata da una decina di cinghiali, nonostante la bassa velocità ed una frenata decisa l’auto impattava con cinque cinghiali quattro cuccioli di una ventina di chili l’uno ed un adulto uccidendoli.

Il conducente ha prontamente avvertito il «113» e si è allontanato poiché ha rischiato di essere investito dalle altre auto che sopraggiungevano e che zigzagavano sulla carreggiata per evitare di investire le carcasse dei cinghiali. Nonostante i gravi danni al mezzo i protagonisti della vicenda sono riusciti a tornare a casa con la propria auto sani e salvi ma sicuramente spaventatissimi. Non è la prima volta che la S.S. 93 è teatro di incidenti stradali insoliti che vedono protagonisti animali che dovrebbero essere poco diffusi alle nostre latitudini.

Due mesi fa un automobilista barlettano investì un lupo fortunatamente senza conseguenze fisiche (per il conducente mentre il canide rimase ucciso).

La presenza di diversi branchi di cinghiali presenti nella zona che va dal fiume Ofanto a Castel del Monte fino alla Murgia preoccupa tanto gli automobilisti che sempre più spesso vedono attraversare le arterie di collegamento da gruppi di cinghiali, quanto gli agricoltori che lamentano danni alle colture del territori.

Sarebbe opportuno che vengano presi provvedimenti per evitare che simili incidenti possano avere conseguenze molto più gravi considerando che impattando a velocità di codice contro un animale che può arrivare a pesare ben oltre i 100 chili avrebbe conseguenze nefaste, così come sono ingenti i danni causati alle colture. Sono stati diversi gli appelli lanciati negli anni per poter arrivare ad una soluzione del problema ma finora provvedimenti per limitare la diffusione di questi suini selvatici non ne sono stati messi in campo. [Sabino d’Aulisa]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Barletta, risiko al Comune:giorni decisivi per la crisi

Barletta, risiko al Comune:
giorni decisivi per la crisi

 
Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

 
Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

 
Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

 
Bisceglie, tour turistico di notteal cimitero: scoppia la polemica

Bisceglie, tour turistico di notte
al cimitero: scoppia la polemica

 
Caso Barletta, Caracciolo a Mennea:«Getti fango per il posto in giunta»

Caso Barletta, Caracciolo a Mennea: «Getti fango per il posto in giunta»

 
Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS