Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 05:44

giornata dedicata

Andria, il ricordo di Paola
come lotta al caporalato

Oggi il secondo anniversario dalla morte della bracciante agricola

Andria, il ricordo di Paola come lotta al caporalato

MARILENA PASTORE

ANDRIA - Una giornata dedicata a Paola Clemente, la bracciante tarantina morta nei campi ad Andria mentre lavorava alla cosiddetta acinellatura dell’uva. Alla vigilia del secondo anniversario della sua scomparsa, avvenuta il 13 luglio 2015, la Flai Cgil e la Cgil vogliono ricordare la donna di San Giorgio Jonico insieme al marito, Stefano Arcuri. “Una grande lavoratrice”, disse nella camera del lavoro di Andria in occasione dello scoprimento della targa dedicata a sua moglie. E Stefano ancora oggi ricorda: «Ogni mattina Paola si alzava alle 2, il suo telefono è ancora acceso e tutti i giorni alla stessa ora continua a suonare la sua sveglia, in suo ricordo».

Oggi 12 luglio, in occasione della vigilia del secondo anniversario della morte di Paola, ad Andria si terrà presso il Chiostro di San Francesco alle ore 16 un dibattito sui temi della lotta e contrasto alle illegalità diffuse in agricoltura e sull’applicazione della legge199/2016, ribattezzata anti-caporali. All’incontro parteciperanno Gianna Fracassi, segretaria confederale Cgil, Jean René Bilongo della Flai Cgil nazionale, Pino Gesmundo, segretario generale Cgil Puglia, Peppino Deleonardis, segretario generale Cgil Bat, Antonio Gagliardi, segretario generale Flai Cgil Puglia, Stefano Arcuri, marito di Paola Clemente e Nicola Giorgino, sindaco di Andria. Interverrà in collegamento la segretaria generale Flai Cgil nazionale, Ivana Galli.

A condurre sarà Giorgio Sbordoni, redattore di RadioArticolo1. «Questa iniziativa rientra nella campagna della Flai Cgil ‘Ancora in campo’ che si articolerà in diverse tappe in tutta la Puglia fino a settembre», spiega Gaetano Riglietti, segretario generale Flai Cgil Bat. «Nella nostra provincia, oltre al ricordo di Paola di domani, agli inizi di agosto farà tappa anche il ‘Camper dei diritti’ con il quale gireremo le campagne del territorio per sensibilizzare tutti i lavoratori sull’importanza di pretendere un’occupazione sana e legale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione