Cerca

Martedì 22 Agosto 2017 | 01:49

bisceglie

«Fiumicello» intasato
interventi in arrivo

«Fiumicello» intasato interventi in arrivo

LUCA DE CEGLIA

BISCEGLIE Vi è un’emergenza idraulica del fiumicello “u leste”, ovvero del canale a cielo aperto che da decenni attraversa il territorio di Bisceglie passando dalla Lama Santa Croce e dalla zona dolmen ed in cui scorrono le acque fognanti depurate provenienti dall’impianto comunale di Corato.

È stato, infatti, approvato dalla giunta municipale un intervento straordinario di ripristino e di eliminazione degli ingombri di vario genere che si sono depositati sugli alvei e lungo gli argini a seguito dell’alluvione verificatasi a luglio scorso, che causano una notevole riduzione della capacità di deflusso delle acque e un alto rischio di inondazioni di acque reflue sui terreni circostanti, anziché sfociare completamente in mare. Gli straripamenti hanno più volte danneggiato le colture.

La presenza sulla golena di erbe infestanti, rovi arbusti e canneti ha prodotto un restringimento della sezione idraulica di deflusso delle acque e rappresentano un alto pericolo, specialmente in caso di abbondanti precipitazioni atmosferiche in quanto questa situazione comporta impedimento allo scorrimento delle acque da cui possono derivare straripamenti.

Ora i lavori, per l’importo di 40 mila euro finanziati dalla Regione Puglia, mirano al recupero della funzionalità idraulica del tratto interessato, senza apportare modificazioni allo stato originario dei luoghi. Inoltre nel tratto in questione il canale a cielo aperto è interrotto da due tubature che passano sotto la strada denominata strada “Stradelle”. Il progetto, redatto dal Settore Manutenzioni e Viabilità del Comune di Bisceglie, prevede: la pulizia dell’alveo con uso di mezzi meccanici e la rimozione di pietrame e depositi alluvionali, rispettando le essenze arboree e i manufatti esistenti sul posto; la disostruzione delle tubature presenti sotto la sede stradale; il taglio della vegetazione spontanea invasiva non radicata in alveo e sulle ripe, compreso l’onere di smaltimento del materiale di risulta, da eseguire a mano e con mezzi meccanici ove possibile; la potatura di cespugli e arbusti, costituiti da canneti presenti lungo la golena.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione