Cerca

Martedì 24 Aprile 2018 | 18:25

Il paradosso degli ulivi «salvi» quelli pericolosi

La consulenza: «Costituiscono un grosso pericolo per la visibilità»

di Rino Daloiso

BARLETTA - Confindustria, attraverso il presidente della delegazione di Barletta, Andria, Trani, l’imprenditore Sergio Fontana, ieri su queste colonne ha lanciato un sasso nello stagno: «Il Piano Operativo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-20, nell’Asse prioritario XII Sviluppo Urbano Sostenibile - ha sottolineato - prevede la Riqualificazione Ecologica e Paesaggistica delle Aree Produttive delle più importanti città medie industriali (Taranto, Brindisi, Barletta, Trani) che sono ubicate lungo la fascia costiera e caratterizzate da processi di ristrutturazione (Azione 12.2)».

È possibile procedere, qui e ora, alla «progettazione e gestione di “Aree produttive paesisticamente ed ecologicamente attrezzate” (Appea), individuate possibilmente dal Documento preliminarte programmatico del Piano urbanistico generale e da realizzarsi anche utilizzando aree parzialmente o totalmente dismesse, quali, ad esempio, l’area l’ex cartiera nell’area produttiva di via Trani e la stazione teleferica nell’area produttiva di via Foggia?».

Il rappresentante di Confindustria chiudeva così il suo intervento-appello: «Tutti insieme, maggioranza e opposizione, imprenditori e sindacati, dobbiamo lavorare senza faziosità per il bene comune indirizzando la pubblica amministrazione, comunale, regionale e nazionale, verso quelle scelte finalizzate al bene comune dell’intera comunità barlettana».

In attesa che sindaco, assessori, partiti e sindacati facciano sapere cosa ne pensano in merito, c’è un altro paradosso nella vicenda degli ulivi «potati» sull’area dell’ex Cartiera che merita attenzione. Nella consulenza redatta dal perito agrario Stefano Filannino per conto della proprietà della fabbrica dismessa, ad un certo punto si legge: «Il filare di ulivi presente lungo la strada statale Barletta-Trani è diventato un grosso pericolo per la visibilità, tant’è che negli ultimi anni, mi risulta che più volte è stata ostacolata la circolazione dei veicoli di via Trani da rami di ulivo caduti sulla carreggiata, spezzati dal venti che hanno ostacolato la circolazione».

Ci sono due termini che si ripetono: «ostacolare» e «circolazione». Vien da chiedersi: come mai proprio il filare di ulivi prospiciente la carreggiata dell’ex statale non è stato oggetto di «potatura» né pesante, né tantomeno leggera, se costituisce (come in effetti costituisce) un pericolo per la visibilità di automobilisti, motociclisti e pedoni?

Anzi, sembra quasi che il filare di perimetro degli ulivi risparmiati dalle asce abbia un ruolo di «quinta» che occluda lo sguardo verso quel desolante spettacolo di «potatura di riforma».

Il Comando di Polizia locale di Barletta, all’atto di inviare la documentazione sui controlli effettuati al Comando Carabinieri Forestale di Bari per verificare la congruità della «potatura», non ha rilevato questa non trascurabile incongruenza?

Insomma, se «potatura» era necessaria, non era proprio di lì che bisognava cominciare e pure con urgenza? Oppure vuoi vedere che proprio e solo quegli ulivi che invadono quasi la carreggiata si salvano dalle «condizioni vegetative e di conseguenza produttive complessivamente pessime dell’uliveto», come invece diagnosticato dal perito agrario Attanasio Gerardo Sarcina, consultato dalla cooperativa di Trinitapoli intervenuta nei giorni scorsi?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

A Barletta con robot chirurgico su tumori bocca e vie respiratorie

A Barletta con robot chirurgico
su tumori bocca e vie respiratorie

 
Condotta sottomarina lavori urgenti ma «infiniti»

Condotta sottomarina
lavori urgenti ma «infiniti»

 
Sanità Puglia, commissione approva più fondi per assegni di cura

Sanità Puglia, commissione approva più fondi per assegni di cura

 
Trani, giù i calcinacci dalla ex «Don Milani»

Trani, giù i calcinacci
dalla ex «Don Milani»

 
Barletta, yacht preso beffandoil fisco: nessun colpevole

Barletta, yacht preso beffando il Fisco: nessun colpevole

 
Tribunale dei minori

Coppia sequestra bambino
con la complicità della madre

 
Ruvo, spacciatore 19ennearrestato dai Carabinieri

Ruvo, spacciatore 19enne
arrestato dai Carabinieri

 
Tiziano Renzi, padre dell'ex premier Matteo Renzi

Fatture false, imprenditore
barlettano nell'inchiesta Renzi

 

MEDIAGALLERY

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

 
Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 
L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo delle coste salentine

L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo coste salentine

 
La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

 
Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

 
Puglia, Papa Francesco ad Alessano

Puglia, Papa Francesco ad Alessano

 
Papa Francesco celebra messa a Molfetta

Papa Francesco celebra messa a Molfetta

 
Papa Francesco

Papa Francesco da Alessano a Molfetta: tappe sui luoghi di don Tonino Bello

 

LAGAZZETTA.TV

Meteo TV
Previsioni meteo per mercoledi', 25 aprile 2018

Previsioni meteo per mercoledi', 25 aprile 2018

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 18

Ansatg delle ore 18

 
Mondo TV
Il papa' di Alfie: "Ha respirato da solo per 9 ore"

Il papa' di Alfie: "Ha respirato da solo per 9 ore"

 
Italia TV
Migliora copertura vaccinale in Italia

Migliora copertura vaccinale in Italia

 
Spettacolo TV
'Il vecchio Banderas morto grazie a Picasso'

'Il vecchio Banderas morto grazie a Picasso'

 
Economia TV
Alitalia: Ue apre indagine, dubbi su prestito ponte

Alitalia: Ue apre indagine, dubbi su prestito ponte

 
Calcio TV
Champions, stasera Roma a Liverpool

Champions, stasera Roma a Liverpool

 
Sport TV
Motogp, oggi le libere ad Austin

Motogp, oggi le libere ad Austin