Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 00:21

salute

Andria, presentato Myriapod
che studia il Dna del cancro

Andria, presentato Myriapodche studia il Dna del cancro

ANDRIA - E’ un sistema capace di analizzare il Dna di una patologia tumorale, che individua tutte le mutazioni possibili e offre all’oncologo le informazioni utili per un trattamento chemioterapico, biologico e radioterapico personalizzato e, pertanto, più efficace e meno tossico per il paziente. Si tratta del Myriapod Diatech, la nuova frontiera della terapia oncologica che in Puglia, da dicembre scorso, è attiva nella Asl Bat nell’Unità operativa di Anatomia Patologica di Andria, diretta da Cosimo Damiano Inchingolo.

Il metodo, presentato oggi da medici e operatori sanitari, ha un costo triennale per la Asl Bat di 419.000 euro.
«Il Myriapod rappresenta un potenziamento diagnostico molto importante - ha spiegato Inchingolo - e di supporto anche per altre patologie. Al momento analizziamo circa 50 casi all’anno di tumore del polmone, oltre 100 di tumore del colon, circa 50 casi di melanoma maligno e oltre 450 casi annui di tumore maligno della mammella». «L'implementazione di questa metodica - ha commentato il direttore generale della Asl Bat, Ottavio Narracci - rientra in un progetto più ampio di potenziamento dell’ambito oncologico già in atto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione