Cerca

Venerdì 18 Agosto 2017 | 20:11

Ricoverata a Bari

Meningite, un terzo caso
a Trani: bimba di 8 anni

Meningite, un terzo casoa Trani: bimba di 8 anni

LUCA DE CEGLIA
BISCEGLIE La temuta meningite annovera un altro caso. È stata, infatti, diagnosticata, ieri mattina, in base a sintomi e ad altri parametri, su una bambina di 8 anni, proveniente da una comunità religiosa di Trani e ricoverata d’urgenza nella Divisione di Malattie Infettive dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Bisceglie.
La bambina, con febbre molto alta ed in evidente stato confusionale, è stata trasportata in ospedale da un’èquipe del servizio di emergenza “118”, laddove i medici – come confermato dalla direzione sanitaria - hanno messo in atto l’ormai collaudata e prevista procedura di prevenzione e di isolamento. Poi, dopo averle somministrato le prime cure preliminari, date le sue condizioni critiche, è stato disposto il suo trasferimento presso l’ospedale pediatrico “Giovanni XXIII” di Bari, a bordo della stessa ambulanza che, a missione compiuta, è stata bloccata per essere sottoposta alla bonifica.
Alla diagnosi clinica di partenza di “sospetta meningite” è seguita da Bari la conferma.
L’esito delle analisi di laboratorio sul liquor prelevato ha attestato la forma di tipo batterico, quindi a forte rischio di contagio, e non virale (come accertato per l’altro caso registratosi in questi giorni a Barletta). Si sta verificando anche se la bambina era stata sottoposta al vaccino anti-meningite o meno. Le sue condizioni sono di prognosi riservata. Intanto la comparsa della meningite sta seminando inevitabilmente preoccupazione nelle città del nord barese.
Poche ore prima si era diffusa la notizia di una ragazza di 17 anni affetta da meningite batterica, trattata nella rianimazione dell’ospedale “Bonomo” di Andria. Intanto anche il caso della bambina è stato comunicato al Servizio di Igiene Pubblica della Asl Bt (a cui competono l’indagine epidemiologica e la profilassi antibiotica per coloro che sono stati a stretto contatto con la paziente) ed all’assessorato regionale alla salute.
Il direttore generale della Asl Bt, dott. Ottavio Narracci, comunica che il servizio vaccinazioni resta a disposizione di tutti per le informazioni e per somministrare il vaccino che è in particolare raccomandato per pazienti cronici e fragili. A Bisceglie, sede da oltre trent’anni del reparto infettivi a servizio di utenti di varie città, non è la prima allerta meningite. A marzo 2009 si stette in apprensione in numerose famiglie dopo la diagnosi di meningite per uno scolaro di 6 anni che frequentava le aule scolastiche della “Edmondo De Amicis”. Ma a sbollire gli animi, dopo l’assalto in ospedale per sottoporsi alla relativa terapia preventiva, fu la conferma che si trattava di una meningite purulenta di forma batterica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione