Cerca

ad andria

Disabili ai fornelli
la cucina come
forma di integrazione

chef Antonio Sgarra

Lo chef Antonio Sgarra

ANDRIA - Riparte un nuovo anno di attività per l’associazione Neverland, che aggrega ragazzi diversamente abili della città. Dopo l’entusiasmante partecipazione al Festival Castel dei Mondi con il musical “Romeo e Giulietta – ama e cambia il mondo”, si riparte con i piccoli e grandi progetti che saranno realizzati nel 2017. In attesa di aprire definitivamente le porte del progetto sul primo, vero ristorante sociale in Puglia, l’allegra ed efficiente brigata di chef e commis di sala, si tiene allenata e torna al ristorante de «l’Altro Villaggio», domenica 23 ottobre, capitanata da una firma della ristorazione pugliese: lo chef Antonio Sgarra. Il progetto “Si può fare!”, com’è noto, mira alla formazione ed educazione dei partecipanti al fine di favorire l’inserimento graduale dei diversamente abili di Neverland nel contesto sociale e lavorativo cittadino. Tanti gli chef e pasticceri importanti che si sono prodigati nel guidare ai fornelli i ragazzi: Pietro Zito, Felice Sgarra, Luciano Matera, e poi i pasticceri Francesco Montereale e Antonio Daloiso.
Antipasti, primi e secondi piatti gourmet ed una dolce firma per dessert realizzati, impiattati e serviti dai ragazzi diversamente abili dell’associazione saranno, anche per il pranzo del 23 ottobre, il leitmotiv che accompagnerà una giornata all’insegna della spensieratezza e dell’integrazione sociale.

«L’evento è un richiamo per chi è sensibile alla tematica dell’inclusione lavorativa dei ragazzi diversamente abili. Dal canto nostro – commenta Rossella Gissi, vice presidente dell’associazione Neverland - tentiamo di rompere il muro dell’indifferenza». (Info 338.3131725 - 339.3505281)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400