Cerca

diverso dal tradizionale

Biblioteca vaticana
dona a Trani
antico stemma comunale

stemma di Trani

BARI - La Biblioteca apostolica vaticana donerà al Comune di Trani una copia originale dello stemma ottocentesco del Comune conservato a Roma. Per l’occasione, l'assessorato alla Cultura del Comune di Trani, in collaborazione con la Biblioteca apostolica vaticana, ha organizzato una conferenza dal titolo 'La Biblioteca apostolica vaticana dona al Comune di Trani un inedito stemma della città. La storia del blasone dalle sue origini. L’appuntamento è per venerdì 7 ottobre alle 18.30 nella biblioteca comunale Bovio di Trani.

Lo stemma civico ottocentesco del Comune di Trani è venuto alla luce nell’archivio della Biblioteca apostolica vaticana a Roma. A scoprire l’esistenza dell’importante documento storico è stata la dott.ssa Daniela Di Pinto, archivista tranese, durante una ricerca condotta nel Fondo Patetta, che fu acquistato da Francesco Foucault de Saint-Boauprè, conte di Daugnon.
Quest’ultimo aveva fondato l’archivio gentilizio a Milano nel 1877. Tra le carte Di Pinto, dipendente della Biblioteca apostolica vaticana, ha rinvenuto lo stemma a colori allegato ad una lettera manoscritta del sindaco di Trani datata 1 maggio 1871. Lo stemma presenta differenze rispetto all’attuale concesso con decreto dell’8 settembre 2000.

Alla conferenza del 7 ottobre interverranno per i saluti istituzionali il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, e l’assessore comunale alla Cultura, Grazia Distaso. A seguire, Di Pinto relazionerà sulla storia dello stemma e sul ritrovamento del blasone nella Biblioteca apostolica vaticana, mentre il prof. Carlo Dell’Aquila (Università degli studi di Bari 'Aldo Morò) parlerà degli stemmi civici, in particolar modo degli esempi pugliesi. Al termine degli interventi verrà presentato lo stemma, che verrà quindi donato ufficialmente dalla Biblioteca apostolica vaticana all’amministrazione comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400