Cerca

truffa

Si dichiarava nullatenente
aveva beni per 200mila euro

polizia

ANDRIA - Un edificio, tre autovetture, una motocicletta, alcuni depositi bancari e postali, un conto corrente e un piano di finanziamento. Sono i beni, del valore di oltre 200.000 euro, sequestrati dalla polizia a un uomo con precedenti penali di Andria, il quale dichiarava al fisco un reddito inesistente. Il destinatario del decreto di sequestro è il 34enne Riccardo Acquaviva, ritenuto responsabile di vari reati contro il patrimonio e, pertanto, agli arresti domiciliari con controllo elettronico. Il sequestro è stato disposto dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Trani, su proposta del questore di Bari, come prevede la nuova normativa in materia. La misura preventiva, risultato di attività investigativa che ha consentito una puntuale ricognizione del patrimonio riconducibile all’uomo, non prevede la facoltà d’uso, né di Acquaviva, né dei suoi familiari o di terzi intestatari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400