Cerca

Canosa

Aggredisce gli agenti
per l'incidente del figlio
denunciato un 50enne

polizia

CANOSA DI PUGLIA (BARLETTA ANDRIA TRANI) - Ha visto suo figlio e un suo amico stesi sull'asfalto, feriti e sanguinanti, e ha pensato che la polizia e i vigili urbani, lì presenti, fossero stati i responsabili di quella situazione e li ha aggrediti con un coltello e con un cacciavite. L’uomo, un 50enne con precedenti penali, è stato denunciato in stato di libertà.

L’episodio è accaduto a Canosa di Puglia, nel nord barese, in via Corsica. Lungo quella strada i due ragazzi, in sella a uno scooter e ad alta velocità, hanno impattato contro un’auto, rovinando al suolo. Per loro la prognosi è di 40 giorni. Polizia e vigili erano intervenuti sul posto, mentre il genitore di uno dei due ragazzi ha pensato che fossero stati loro a causare l’incidente nell’inseguire i due giovanissimi in sella allo scooter.

Vani sono stati i tentativi di spiegare all’uomo come fossero andate le cose e difficile è stato per gli agenti disarmarlo. Il 50enne deve rispondere di violenza, resistenza e minacce a pubblico ufficiale e di porto abusivo di armi improprie. Il coltello, il cacciavite e lo scooter sono stati sequestrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400