Cerca

A Trani

Bullo 16enne taglieggiava
i coetanei: arrestato

Ordinava alle vittime di sottoporsi a «perquisizione»

Bullismo, nuove strategiecontro «l'epidemia silenziosa»

TRANI - Avvicinava per strada i suoi coetanei e ordinava loro di sottoporsi a 'perquisizionè: le vittime capivano e gli consegnavano il denaro che avevano in tasca, dai 2 ai 20 euro per volta. Il 'bullò, un sedicenne, è stato arrestato oggi dagli agenti della polizia, a Trani, sulla base di un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale per i Minorenni di Bari, su richiesta della competente Procura della Repubblica.

Il sedicenne è ritenuto responsabile di estorsione aggravata e continuata nei confronti di un gruppo di giovani studenti minorenni. Le estorsioni sarebbero state commesse dal giovane, barese, nel periodo di tempo compreso tra il settembre 2015 ed il gennaio 2016. E’ tuttora al vaglio degli investigatori la posizione di un secondo indagato di 17 anni, che avrebbe avuto un ruolo nelle estorsioni ma per il quale non è stata accolta la richiesta di misura cautelare.

Il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Polizia, al termine di una lunga attività di indagine, è riuscito ad acquisire numerosi elementi di prova nei confronti del sedicenne: è stato così deciso di procedere nei suoi riguardi pur in assenza di formali denunce-querele da parte delle singole vittime.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400