Cerca

Dal centrodestra al Pd

Spina si è dimesso
da presidente della Bat

«Il Partito Democratico costituisce il mio partito di riferimento dopo la mia iscrizione avvenuta nel mese di dicembre 2015»

Pd, dopo il caso Biscegliescoppia la crisi provinciale

BISCEGLIE (BARLETTA ANDRIA TRANI) - Francesco Spina si è dimesso da presidente della Provincia di Barletta Andria Trani. La lettera di dimissioni è stata consegnata al segretario generale dell’ente e inviata, per conoscenza, al prefetto della Bat. Lo rende noto lo stesso Spina.

Spina è da mesi al centro di polemiche per il fatto di essere a capo di una giunta di centro al Comune di Bisceglie e di centrodestra alla Provincia Bat e di avere, al contempo, coordinato alcune liste che sostenevano l’allora candidato alla presidenza della Regione Puglia, Michele Emiliano, segretario regionale del Pd, e di essersi iscritto allo stesso partito nel dicembre del 2015. Le funzioni di Spina, fino alle prossime elezioni, saranno svolte, come prevede la legge, dal vice presidente della Provincia Bat, Giuseppe Corrado.

«Le mie dimissioni - spiega Spina in una nota - sono evidentemente il risultato di un percorso politico intrapreso da alcuni miei avversari, assolutamente volgare e violento, che ha colpito e ferito non tanto la mia posizione politica quanto la mia dignità personale. Come avevo preannunciato in questi giorni, mi sono confrontato sul punto con Michele Emiliano, segretario regionale del Partito Democratico, che costituisce il mio partito di riferimento dopo la mia iscrizione avvenuta nel mese di dicembre 2015».

«Con le dimissioni da presidente della Provincia, il sindaco di Bisceglie Francesco Spina compie il primo passo per il necessario confronto con il centrosinistra. Altra cosa è il percorso di adesione al Partito Democratico, che il segretario regionale Michele Emiliano nella direzione provinciale di venerdì sera a Trani si è assunto la responsabilità di guidare con rigore verso uno sbocco di coerenza politica e statutaria». Lo dichiara in una nota il segretario provinciale del Pd della Bat, Agostino Cafagna.

«E' importante - prosegue Cafagna - che la costruzione del rapporto con il centrosinistra avvenga non solo sulla base di una piattaforma programmatica legata ad una nuova visione del territorio, ma soprattutto che non si riduca ad una questione di numeri giocati attorno a vecchie e nuove appartenenze». Di conseguenza «non possiamo che prendere le distanze - continua Cafagna - dalla nomina a vice presidente della Provincia del consigliere provinciale Beppe Corrado (decisa tre giorni fa da Spina, ndr), eletto nelle fila del centrodestra alla Provincia e consigliere comunale al comune di Trani all’opposizione dell’amministrazione di centrosinistra».

Cafagna conclude ricordando che «il campo» del Pd, «come ha ribadito il segretario nazionale Matteo Renzi», resta «sempre aperto a nuove idee e non a mere sommatorie numeriche, prive di spontanea ispirazione politica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400