Cerca

Barletta, ecco i fumi della zona industriale

Barletta, ecco i fumi della zona industriale
BARLETTA - Immagini inequivocabili dopo le segnalazioni verbali. Giungono dagli aderenti all’ «Operazione aria pulita BAT» e, precisamente dal presidente, Michele Cianci che, riferendosi alle immagini inviateci precisa: «Questo è ciò che accadeva nella nostra città ieri sera (giovedì, ndr). Chiediamo delle celeri e puntuali verifiche sulle immissioni di odore acre che continuano a coprire Barletta. Noi cittadini abbiamo necessità di sapere quale aria respiriamo. Leggendo la pagina di facebook, operazione aria pulita BAT, vi sono quotidiane denunce e documentazioni fotografiche che non lasciano serena la popolazione sullo proprio stato di salute».

«Chiediamo maggiore collaborazione da parte di tutti - prosegue l’avv. Cianci - sia nel denunciare quanto accade sia, da parte Degli organi di vigilanza, di verificare quanto denunciato. La nostra città continua ad ammalarsi. È ora di porre seriamente dei rimedi. La qualità dell'aria è assolutamente irrespirabile e ciò è sotto gli occhi ed il naso di tutti». Cianci conclude ringraziando «ancora una volta tutti i cittadini che hanno capito la pericolosità di quanto accade e che stanno collaborando, in maniera sempre più numerosa a denunciare questi gravi fenomeni».

Sono purtroppo anni che si segnalano strani fenomeni legati all’inquinamento dell’aria, eppure sembra che alle autorità responsabili della salute pubblica non gliene importi gran che. E quel che avviene per l’inquinamento dell’aria trova riscontri anche nella situazione inerente le acque di balneazione: a fronte di dati spesso rassicuranti fanno riscontro fenomeni poco tranquillizzanti. E sempre per quel che riguarda la tutela dell’ambiente e della salute pubblica vi sono altrettanto «note stonate» riguardante la gestione del ciclo dei rifiuti (incenerimento dei rifiuti, sacchetto e discarica selvaggia). Insomma mentre aumenta la sensibilità di sempre più ampie fasce di cittadini su questo delicato fronte della vita pubblica, restano seri dubbi sull’esistenza di un’efficace strategia per contrastare le varie forme di inquinamento. Strategia che dovrebbe puntare soprattutto sulla prevenzione per salvaguardare quel bene fondamentale che è la salute pubblica. [Pino Curci]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400