Cerca

Trani, Cattedrale «umida» salta l’illuminazione

di NICO AURORA
Trani, Cattedrale «umida» salta l’illuminazione
di NICO AURORA

TRANI - La cattedrale di Trani allunga gli orari di apertura al pubblico per i prossimi cinque fine settimana, ma nel frattempo, deve affrontare un problema tutt'altro che secondario con riferimento alla sua illuminazione artistica. Nelle ultime ore, infatti, il tempio è rimasto completamente al buio a causa dell’inter ruzione del funzionamento dei riflettori che illuminano e valorizzano tutte le facciate del tempio romanico sul mare. In molti hanno attribuito il disservizio all’Amet, l’azienda partecipata dal Comune che si occupa della pubblica illuminazione del territorio urbano, senza sapere che, invece, la fornitura di quell’impianto di illuminazione dedicato alla cattedrale è gestita da Sole, società partecipata di Enel, con cui il Comune di Trani ha un contratto biennale di manutenzione. Il malfunzionamento dovrebbe essere nato dall’enor me umidità determinatasi nelle condotte della pubblica illuminazione dopo il temporale dello scorso 12 agosto. Tanto è vero che anche altre zone del centro storico, e questa volta per responsabilità dell’Amet, hanno patito interruzioni della pubblica illuminazione per eccesso di umidità nella cablatura, con riferimento soprattutto a via Mario Pagano.

Il sindaco, Amedeo Bottaro, che detiene la delega ai lavori pubblici, s’è già messo all’opera per chiedere ed ottenere da Enel il pronto intervento sull’impianto di valorizzazione della cattedrale, sul quale Amet, a suo tempo, era stata diffidata a mettere mano in qualsiasi modo. Ieri pomeriggio, intanto, il guasto è stato riparato. È andato poi a buon fine l’i nv i t o, rivolto dall’amministrazione comunale, ad associazioni culturali e volontari del territorio per assicurare una maggiore fruizione delle chiese di pregio storico ed artistico di Trani: a partire da questo weekend, e per altri quattro a seguire, cattedrale, chiesa di Ognissanti e chiesa di San Francesco si potranno visitare con più comodità dei tanti turisti, nonché dagli stessi cittadini, in virtù di un prolungamento dell’orario di apertura dei siti, reso possibile grazie anche alla disponibilità manifestata da Arcidiocesi, parrocchie di San Giovanni e San Francesco, Capitolo cattedrale. Dal venerdì alla domenica, fino al 13 settembre, le tre chiese saranno aperte dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 20.

In questa iniziativa un contributo è arrivato in favore di coloro che si stanno occupando del prolungamento dell’apertura delle chiese: lo ha elargito il Consorzio sviluppo e territorio, costituito da imprenditori locali «attenti alle esigenze della città, con il cui sostegno – dà atto l’assessore alla cultura, Grazia Distaso, è stato possibile promuovere e realizzare l’intervento» .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400