Cerca

Barletta, confiscati beni per 52 milioni a uomo dei Cannito

Barletta, confiscati beni per 52 milioni a uomo dei Cannito
BARLETTA – A Barletta i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito un provvedimento di confisca di beni per un valore di 52 milioni di euro nei confronti di Savino Delvecchio, contiguo al clan mafioso 'Cannito-Lattanziò attivo a Barletta e nelle zone limitrofe, con precedenti per rapina, estorsione e usura.

La confisca, che consegue ad un sequestro patrimoniale (come misura di prevenzione) effettuato a settembre del 2013, riguarda 29 terreni edificabili, 27 appartamenti, 62 garage, due società di costruzione, una società di smaltimento rifiuti, 10 capannoni industriali, due vigneti, 16 mezzi di trasporto e 15 conti correnti bancari.

Il provvedimento di confisca è stato emesso dal Tribunale di Trani (sezione Misure di prevenzione) su proposta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Bari: i beni sono risultati sproporzionati rispetto ai modesti redditi dichiarati ed al tenore di vita condotto da Delvecchio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400