Cerca

Barletta, Solfrizzi dice no dopo l'annuncio ufficiale: «Non sarò direttore del Curci»

Barletta, Solfrizzi dice no dopo l'annuncio ufficiale: «Non sarò direttore del Curci»
di Giuseppe Dimiccoli

«Ma avete tutti questo numero? Vedete perchè io non devo rispondere. Adesso chiudo» (e ride). Emilio Solfrizzi tiene la scena anche al telefono. Veniamo a fatti: fino all’altroieri, stando a quanto comunicato dal sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, con annessa dichiarazione del presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Carmelo Grassi, era scritto: «Sarà Emilio Solfrizzi il direttore artistico della stagione di prosa 2015/2016 del Teatro Curci di Barletta». E poi: «Nel ringraziare l’attore per l’attenzione e la professionalità del suo impegno artistico, il sindaco ha convenuto con il Teatro Pubblico Pugliese che sia proprio lo spettacolo in cui Solfrizzi è protagonista, “Sarto per signora”, ad aprire la stagione teatrale. L’intero cartellone sarà messo a punto con il nuovo direttore artistico della stagione in modo che possa essere presentato a fine estate in una ideale congiunzione tra gli eventi estivi e quelli del prossimo autunno-inverno, a conferma di una offerta culturale ampia e variegata che spazia per l’intero anno».

Notizia rilanciata da carta stampata, internet e apprezzata da tanti su Facebook. Però ieri, Solfrizzi, dalla sua pagina di Facebook, ha gelato tutti: «In realtà si è trattato di un eccesso di generosità da parte del sindaco Cascella il quale mi darebbe le chiavi della città e quelle di casa sua, tanto si fida, e mi farebbe anche cittadino onorario di Andria, tanto non lo può fare! (Non glielo dico se no fa un comunicato). In realtà sono molto grato a Lui e al Tpp per avermi offerto un ruolo così importante ma, non potendo assolvere al compito con la continuità e la necessaria attenzione, mio malgrado ho dovuto declinare l'invito! Nessun compito gestionale!».

Poi, nell’intervista telefonica, Solfrizzi precisa che: «Io credo che il sindaco si sia sbagliato e abbia fatto un po’ di confusione con i termini. In realtà l’idea è stata di Carmelo Grassi ma mai vi è stata, ma proprio mai, l’idea di affidarmi la direzione artistica. Io l’ho appresa dal comunicato del sindaco. Anche perchè come ho scritto nel mio post non avrei mai potuto accettare. Prima di tutto nei confronti della cosa in sè che prevede tempo, disponibilità e lavoro sul posto. Ho da lavorare e non avrei mai potuto onorare un invito del genere. Ove mai fosse stato posto in questi termini. Io l’ho messa in termini di burla come ho scritto».

«Il Teatro Pubblico Pugliese mi aveva chiesto in maniera amicale, e ribadisco amicale, una collaborazione per condividere le scelte di uno dei teatri più importanti di Puglia che conosco bene avendo portato un mio spettacolo due anni fa e che ha visto operare molto bene Manrico Gammarota, recentemente scomparso. Quando abbiamo chiacchierato con Carmelo esisteva la possibilità che potessi essere coordinatore. Ripeto non avrei potuto fare il direttore artistico anche perchè non ho il portafoglio per farlo. Con il sindaco ho parlato una sola volta in un colloquio cordialissimo e probabilmente è venuto fuori un piccolo equivoco sulle ali dell’entusiasmo. Non esiste alcun caso. Cascella ha avuto solo il torto, e questo me lo rende più simpatico, di voler dare una notizia e gli sono grato. Un banalissimo equivoco. Se invece di lanciarsi nel comunicato avesse chiamato me o Carmelo, avremo dato la stessa versione».

Il sindaco Cascella: «Non so cosa dire: Solfrizzi declina l’invito e offre la collaborazione che discuteremo con lui. Evidentemente non ci siamo intesi sui termini della collaborazione che aveva accettato. Ho sbagliato a fare il comunicato. Credevo che il tutto fosse stato definito. Evidentemente no. In ogni caso ringrazio per la collaborazione che ha dichiarato. Verificheremo se sarà compatibile con la direzione artistica della stagione di prosa. È questo l’elemento su cui ci si deve intendere».

«Dobbiamo fare per forza un caso. Non esiste nessun caso - fa sapere il presidente Carmelo Grassi da Milano -. Emilio è disponibile ad aiutarci. Dobbiamo cercare di utilizzare la sua immagine per promuovere la stagione. Stiamo facendo un caso di nulla purtroppo oggi è così».

In ultimo una domanda a tutti: quando sarà presentata la prossima stagione del teatro comunale «Curci» di Barletta? Non dimenticando che, da tempo, altri teatri pugliesi lo hanno già fatto? Si attendono comunicati. Possibilmente senza smentite ed equivoci. [twitter@peppedimiccoli]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400