Cerca

Barletta, 4 giorni di grande fotografia

Barletta, 4 giorni di grande fotografia
di GIUSEPPE DIMICCOLI

Fotografia, arte, cultura e impegno civile. Questi i punti cardinali di una quattro giorni, da domani al 18 luglio in varie e suggestive località, che il Fiof - Fondo Internazionale per la Fotografia - ha organizzato nella città di Barletta nell’ambito dell’iniziativa «R-evolution» summer festival. Un lavoro di ricerca e confronto che nelle intenzioni di Ruggiero Di Benedetto, eclettico fotografo e presidente nazionale, vuole lanciare un messaggio di «bellezza» utile a «rafforzare i propri sentimenti di carattere culturale legati alla fotografia a 360 gradi».
Ad aprire la rassegna degli incontri, strutturata in maniera tale che il confronto con i professionisti avvenga attraverso una sorta di dialogo diretto, domani dalle 17, lo shooting di nudo fotografico prima nello studio «Ottica Faggella» e poi nel Castello Svevo con il fotografo professionista Vito Finocchiaroche per l’occasione ritrarrà la statuaria modella Hedy Nerit o.

Finocchiaro, siciliano figlio d’arte, è un giramondo che non si stacca mai dalla sua macchina fotografica. Vive praticamente in simbiosi e ogni suo clic ha alla base un ragionamento che muove i passi lungo i sentieri della tecnica e della sperimentazione. I suoi lavori hanno primeggiato al «Fiof awards 2015» e nell’evento di Barletta potrà conferire quel valore aggiunto in termini di racconto professionale utile a chiarire molti aspetti della fotografia del nudo che spesso non si riescono a cogliere.
A seguire, alle 20.30, nell’hotel «La Terrazza» sarà animato il dibattito «Punti di vista» con Roberto Colacioppo e Luigi Grieco. Racconteranno il loro modo di vivere la fotografia. Il giorno successivo incontro alle 18.30 in via Cialdini, nella Chiesa del Monte di Pietà, sarà presentato il progetto sociale «Dai colore alla vita» in collaborazione con Unitalsi Nazionale che prevede un concorso fotografico e la realizzazione di una mostra nel santuario di Lourdes.

Immagini che miscelano bene la sofferenza e la fede in un luogo fortemente caratterizzato dalla speranza e dalla gioia di vivere. Nonostante tutto. Il progetto sarà presentato dal presidente Fiof Ruggiero Di Benedetto, dal presidente dell’Unitalsi di Barletta Cosimo Cilli con l’intervento del fotografo Antonio Gibotta che mostrerà il suo commovente lavoro «White Train» vincitore assoluto categoria Storia Fiipa 2015. Alle 21, nello stesso luogo, incontro con Vittore Buzzi che mostrerà il suo ultimo progetto «La ruta de la basura».
Buzzi ha visitato alcune delle più grandi discariche del mondo tra cui quella di Città del Messico. I suoi clic sono reali ed impressionanti. Vittore è un fotogiornalista che alterna l’attività di fotografo di matrimoni e docente a quella di reportagista. Il 16 Luglio shooting con Vittorio Battellini, fotografo friulano dedito tra le altre cose alla fotografia Fashion e Beauty. Si conclude il 18 con «A Cena con la fotografia di… Andrea Boccalini» ambassador Leica e ritrattista artisti jazz. All’interno di R-evolution installazioni di navimodellismo a cura di Raffaele Dicandia. Info a revolution.fiof.it. e segreteria@fiof.it. 0883.894196 – 320.7448067.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400