Cerca

Morto sacerdote barlettano ordinato 2 mesi fa in fin di vita

Morto sacerdote barlettano ordinato 2 mesi fa in fin di vita
BARLETTA – Due mesi e mezzo fa commosse tutta l’Italia quando, ormai in fin di vita per un cancro, nella stanza della sua abitazione a Barletta fu ordinato sacerdote coronando il suo sogno. Nel primo pomeriggio di oggi, Salvatore Mellone, 38 anni, è morto. I funerali saranno celebrati domani pomeriggio, alle 16.30 dall’arcivescovo Giovanni Battista Pichierri, nella parrocchia del giovane sacerdote, la chiesa del "Santissimo Crocifisso, la stessa dove, il 16 aprile scorso, migliaia di persone assistettero in diretta alla ordinazione sacerdotale.

Per Salvatore Mellone, che aveva cominciato il percorso in seminario nel 2011, la Chiesa aveva fatto una eccezione, comunque prevista in casi come i suoi, anticipando di due anni l'ordinazione che in genere avviene dopo sei anni di seminario. Ma era stata la telefonata che ricevette da Papa Bergoglio, due giorni prima di essere ordinato, a rendere di dominio pubblico la sua storia e il suo desiderio di diventare sacerdote nonostante la malattia.
"La prima benedizione che darai da sacerdote la impartirai a me", gli disse Papa Francesco.

"Scenda sul Papa la benedizione di Dio onnipotente", furono infatti le prime parole di don Salvatore, appena ordinato. Pur stremato dalla malattia che si era ulteriormente aggravata, don Salvatore ha continuato a celebrare l’eucarestia nella propria abitazione, per poche persone alla volta.  

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, esprime profondo cordoglio per la scomparsa di don Salvatore Mellone. "La storia di don Salvatore ha commosso moltissimi italiani, indipendentemente dal proprio credo religioso – afferma Emiliano in una nota – Il suo desiderio più grande era diventato realtà grazie alla sensibilità del vescovo di Trani, monsignor Pichierri". "Immagino la sua felicità nel ricevere la telefonata di Papa Francesco, il giorno prima di essere ordinato diacono – conclude – Giungano ai suoi cari i sentimenti di vicinanza miei e di tutti i pugliesi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400